Keystone
FRANCIA
12.10.2018 - 13:590

Falsi impieghi Ue, si aggrava la situazione giudiziaria di Marine Le Pen

Il capo di imputazione passa da "abuso di fiducia" a "distrazione di fondi pubblici"

PARIGI - Si aggrava la situazione giudiziaria di Marine Le Pen. Al termine dell'interrogatorio, oggi al tribunale di Parigi, i giudici hanno "riqualificato" e "aggravato" il capo di imputazione contro la leader del Rassemblement National (ex Front National) nella vicenda dei presunti impieghi fittizi al Parlamento europeo. Il capo di imputazione passa da "abuso di fiducia" a "distrazione di fondi pubblici".

«Non c'è alcun fatto nuovo, ma una riqualificazione», ha confermato Le Pen, che questa mattina, dinanzi ai giudici francesi, è rimasta in silenzio. In Francia, il reato di "sottrazione di fondi pubblici" è punibile con condanne fino a 10 anni di prigione e un milione di euro di multa, contro i tre anni di prigione e i 375'000 euro di multa per l'"abuso di fiducia".

Tags
pen
abuso fiducia
situazione giudiziaria
capo imputazione
imputazione
fondi pubblici
impieghi
abuso
fiducia
marine
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-10-17 16:33:33 | 91.208.130.87