Keystone
STATI UNITI
10.10.2018 - 21:450
Aggiornamento 23:05

Florida nell’occhio del ciclone, ecco la forza devastatrice di Michael

Il potente uragano ha toccato la terra ferma con venti vicini ai 250 km/h

MIAMI - Un uragano «mostruoso»: le autorità della Florida avevano avvertito con queste parole minacciose i cittadini sulla portata dell'uragano Michael, che ha toccato terra vicino a Panama City raggiungendo quasi categoria 5, la più potente, con venti vicini ai 250 km/h. E le prime immagini che giungono dagli Stati Uniti sembrano proprio dar loro ragione.

Come ha spiegato il governatore Rick Scott, «è la peggiore tempesta nel Panhandle in oltre un secolo», e potrebbe portare una «devastazione inimmaginabile», con piogge fino a 30 cm e mareggiate sino a 4,2 metri. Al momento non si registrano morti o feriti.

Decine di milioni di persone nel mirino - Il centro nazionale per gli uragani ha definito Michael «potenzialmente catastrofico» e letale: 30 milioni di persone nel sud-est degli Usa sono nel mirino, e milioni di cittadini potrebbero rimanere senza corrente elettrica. Dopo la Florida, dovrebbe fare rotta su Alabama, Georgia, North e South Carolina, dove è già stato dichiarato lo stato di emergenza.

Il presidente Donald Trump durante un incontro alla Casa Bianca con alcuni alti funzionari sull'emergenza, tra cui il commissario della protezione civile (Fema) Brock Long, ha detto che probabilmente andrà nelle zone colpite dall'uragano domenica o lunedì. Il tycoon ha assicurato di essere in contatto costante con il governatore Scott, spiegando di non voler interferire con i soccorsi, e che per questo aspetterà qualche giorno prima di recarsi di persona. «Siamo con te Florida», ha scritto su Twitter.

Mentre la first lady Melania ha aggiunto: «Per favore, ascoltate le autorità locali mentre l'uragano Michael si avvicina e seguite l'account @FEMA per aggiornamenti e suggerimenti per aiutarvi a rimanere al sicuro».

Più devastante di Katrina - Dopo il passaggio in America Centrale, dove ha causato 13 morti, Michael si è rafforzato partendo dalla categoria 1 sino ad arrivare quasi alla 5, la massima possibile. Con un impatto potenzialmente più distruttivo anche di Katrina, l'uragano che nel 2005 ha devastato New Orleans, e paragonabile solo a cicloni come Andrew (1992) e Camille (1969).

Dopo aver toccato la costa della Florida, Michael si sta ora spostando in direzione nord-est sulla terraferma, in direzione dell'Alabama e della Georgia. Questo dovrebbe far diminuire la sua potenza, che infatti è stata declassata a categoria 3, ma è presto per capire se il peggio sia passato.

1 sett fa Michael ha toccato terra e fa sempre più paura
1 sett fa «Corriamo il rischio di una devastazione totale»
Commenti
 
Silvana Ramelli 1 sett fa su fb
🙏🙄
Potrebbe interessarti anche
Tags
uragano
michael
florida
trump
ottobre
fema
t.co
km
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-10-18 22:51:11 | 91.208.130.87