REGNO UNITO
14.08.2018 - 11:580
Aggiornamento : 16:31

Westminster: l'arrestato è sospettato di terrorismo. È un 20enne

La zona attorno al palazzo del parlamento resta isolata e transennata. L'accesso delle persone che lavorano in alcuni edifici circostanti è stato gradualmente riautorizzato

1 anno fa Auto contro le barriere del Parlamento, un arresto. Pedoni feriti

LONDRA - Scotland Yard ha formalizzato il sospetto di terrorismo nei confronti della persona arrestata per lo schianto con un'automobile di fronte al palazzo di Westminster. L'uomo ha una ventina d'anni, come riporta la Bbc.

La polizia britannica, pur dichiarando di mantenere gli occhi aperti su tutti i possibili moventi, ha affermato di indagare ormai sull'accaduto come su una verosimile azione "terroristica".

Al momento non è stata resa nota l'identità dell'uomo lanciatosi a bordo di una Ford Focus color argento contro le barriere di Westminster: si sa solo che è nero e che ha fra 20 e 30 anni.

Gli investigatori precisano che era solo in automobile quando ha investito pedoni e ciclisti dirigendosi a velocità sostenuta verso uno degli ingressi del palazzo del parlamento e che a bordo della vettura non sono state trovate armi.

I fatti - Il sospettato ha agito alle 7.37 locali, (8.37 svizzere). Nelle zone circostanti, tra Millbank, Parliament Square e Victoria Tower, è stato subito approntato un cordone di sicurezza. Non risultano al momento feriti in pericolo di vita fra le persone investite.

Diversi testimoni hanno raccontato di aver avuto l'impressione di un'azione deliberata da parte dell'uomo che era al volante del veicolo, una Ford di color argento, il quale è stato arrestato quasi immediatamente dagli agenti.

Theresa May informata: «Solidarietà ai feriti» - Theresa May reagisce con un tweet all'episodio dell'automobile e si dice vicina ai feriti. «I miei pensieri sono con loro», scrive la premier britannica, che viene informata costantemente sull'andamento delle indagini, ma al momento evita di far riferimento a qualsiasi possibile pista. Mentre elogia la risposta rapida e coraggiosa di polizia e servizi di soccorso.

La zona attorno al palazzo del parlamento resta intanto isolata e transennata, anche se l'accesso delle persone che lavorano in alcuni edifici circostanti è stato gradualmente riautorizzato. Lo schieramento della sicurezza appare in queste ore rafforzato a scopo precauzionale anche davanti a Downing Street e in un'area piuttosto ampia del centro di Londra, fino a Trafalgar Square.

Nel marzo 2017 un uomo, Khalid Masood, poi rivelatosi simpatizzante jihadista, investì e uccise alcune persone vicino al parlamento e quindi accoltellò a morte un poliziotto.

L'arrestato non collabora - Non ci sono altri sospetti al momento per lo schianto di Westminster, a parte l'uomo alla guida della Ford Fiesta, che è stato interrogato in queste ore in una stazione di polizia a sud di Londra, ma «non sta cooperando» con gli investigatori.

Lo ha sottolineato ai media Neil Basu, numero due di Scotland Yard e responsabile dell'antiterrorismo, confermando che l'episodio è trattato come un atto di terrorismo, ma che si sta ancora indagando sull'identità e sul possibile movente dell'arrestato.

Più polizia - Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha annunciato che oggi e nei prossimi giorni a Londra saranno dispiegati più agenti armati e disarmati. Tuttavia, «la gente non deve spaventarsi per questo», ha sottolineato il primo cittadino dopo lo schianto di sospetta matrice terroristica dell'auto lanciata stamattina fra i passanti e poi contro le barriere del palazzo del parlamento britannico. «Le persone devono rimanere calme e vigili», ha invitato Khan.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 04:14:50 | 91.208.130.86