Keystone
FRANCIA
15.06.2018 - 07:370

«Gli agenti maltrattano e cacciano i bambini»

La denuncia arriva dall'ong umanitaria Oxfam

PARIGI - Bambini migranti non accompagnati vittime di maltrattamenti da parte di guardie di frontiera francesi, detenuti e rispediti dalla Francia attraverso il confine italiano a Ventimiglia con metodi illegali: a denunciarlo un rapporto stilato dall'ong umanitaria Oxfam.

Il rapporto - si legge in una nota - intitolato "Nowhere but Out" (Da nessuna parte se non fuori), «descrive come la polizia francese di routine fermi i bambini non accompagnati e li metta su treni diretti in Italia dopo averne alterato i documenti per farli apparire più grandi o facendo sembrare che vogliano tornare».

Secondo Oxfam, «i bimbi raccontano di maltrattamenti fisici e verbali subiti, di detenzioni per la notte in celle senza cibo né acqua né coperte e senza poter accedere a un guardiano ufficiale: tutte cose contrarie alle leggi francesi e dell'Ue». Il documento afferma anche che «il sistema di accoglienza burocratizzato e sovraccaricato dell'Italia lascia rifugiati vulnerabili a vivere, invisibili, in condizioni di pericolo».

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-20 22:59:34 | 91.208.130.87