Keystone
FRANCIA
13.05.2018 - 10:330
Aggiornamento : 12:43

Radicalizzazione, l'attentatore di Parigi era schedato

Era incensurato, ma frequentava ambienti radicali islamici. Il 21enne è stato identificato grazie al Dna

PARIGI - L'accoltellatore di ieri sera a Parigi era incensurato ma era schedato "S" «per la sua vicinanza agli ambienti radicali islamici». Lo si apprende da fonti dell'inchiesta.

L'uomo, un 21enne cittadino francese nato in Cecenia, non ha aveva precedenti con la polizia, né arresti né condanne, e non conosceva le sue vittime. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri francese Frederic de Lanouvelle.

Un funzionario di polizia ha spiegato che non aveva documenti durante l'attacco di ieri, che ha provocato la morte di un uomo ed il ferimento di altre quattro persone, ed è stato identificato grazie al Dna.

Riunione sulla sicurezza - Il ministro dell'Interno francese Gérard Collomb ha convocato una riunione dello stato maggiore per fare il punto sulla sicurezza il giorno dopo l'attentato. «Il bilancio avrebbe potuto essere ancora più pesante senza il sangue freddo dei nostri agenti» scrive su Twitter.  


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-07 23:35:19 | 91.208.130.85