ITALIA
15.03.2018 - 17:230

«La Guardia costiera libica minaccia di spararci»

La nave della ong Proactiva inseguita da un pattugliatore di tripoli dopo aver salvato 117 migranti finiti in mare

ROMA - Operazione di soccorso critica in acque internazionali da parte della nave della ong spagnola Proactiva open arms, intervenuta in aiuto a 117 migranti finiti in mare. Lo fa sapere la stessa organizzazione in un tweet, spiegando che la loro imbarcazione è stata inseguita da un pattugliatore libico armato e lamentando che la Guardia costiera italiana ha fornito messaggi confusi via radio.

Proactiva ha fotografato i soccorsi in mare sottolineando che i naufraghi hanno rischiato di morire.

«La Guardia costiera libica minaccia di spararci» - «La Guardia costiera libica minaccia di sparare su una nave che batte bandiera europea a 73 miglia dalle coste libiche a meno che i soccorritori non trasferiscono donne e bambini salvati sulla loro nave». Lo fa sapere Oscar Camps, della ong spagnola Proactiva open arms che ha effettuato il salvataggio.
 
 


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 08:05:55 | 91.208.130.89