Keystone
Abu Bakr al Baghdadi.
IRAQ
08.03.2018 - 12:280

Condannata a morte una sorella di al Baghdadi

Una delle sorelle del leader dell'Isis è stata ritenuta colpevole di avere avuto un ruolo attivo nell'organizzazione guidata dal fratello

BAGHDAD - Una sorella del leader dell'Isis, Abu Bakr al Baghdadi, è stata condannata a morte per impiccagione oggi dalla Corte centrale criminale di Baghdad perché riconosciuta colpevole di avere avuto un ruolo attivo nell'organizzazione guidata dal fratello. Lo ha reso noto il portavoce della Corte, Abdul Sattar Bairaqdar.

Secondo Bairaqdar, la donna, il cui nome non è stato reso noto, «ha ammesso di aver fatto parte del gruppo terrorista e ha riconosciuto di aver fornito sostegno logistico e assistenza in operazioni criminali, compresa la distribuzione di denaro a membri di Daesh a Mosul».

Il portavoce ha aggiunto che il marito dell'imputata, anch'egli un membro di primo piano dell'Isis, era stato condannato a morte in precedenza.

Mosul, considerata la 'capitale' dell'Isis in Iraq tra il 2014 e il 2017, è stata riconquistata dalle forze governative nell'estate dell'anno scorso. In dicembre il premier Haidar al Abadi ha dichiarato la vittoria nella guerra contro lo Stato islamico.

Centinaia di donne che facevano parte dell'Isis o erano sposate a membri dell'organizzazione sono state fatte prigioniere dopo la fine del 'Califfato' e alcune sono state condannate a morte.

Nessuna notizia si ha invece dello stesso Baghdadi, che in passato era stato dato più volte per morto o ferito da diverse fonti, comprese quelle governative irachene e russe. Una prova del decesso, tuttavia, non è mai stata fornita.

Tags
isis
morte
baghdadi
sorella
baghdad
organizzazione
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-09-25 11:45:50 | 91.208.130.86