Keystone
STATI UNITI
23.02.2018 - 08:030

Nuove accuse per gli ex dirigenti della campagna di Trump

Nei 32 capi di accusa figurano anche quelli di frode fiscale e di frode bancaria

NEW YORK - Il procuratore speciale che indaga sul Russiagate, Robert Mueller, ha emesso nuovi capi di accusa verso due ex dirigenti della campagna elettorale di Donald Trump, Paul Manafort e Robert Gates.

Nei 32 capi di accusa figurano anche quelli di frode fiscale e di frode bancaria. In particolare - riportano alcuni media americani - Manafort avrebbe riciclato 30 milioni di dollari.

Nelle 41 pagine del provvedimento di Mueller, Manafort e Gates tra il 2006 e il 2015 hanno agito come «agenti non registrati di un governo straniero e di partito politici stranieri». In particolare - si legge - del governo e del presidente dell'Ucraina. Un attività che avrebbe generato decine di milioni di dollari di reddito.

In totale più di 75 milioni di dollari sarebbero transitati attraverso i loro conti offshore. Manafort con l'assistenza di Gates avrebbe riciclato più di 30 milioni di dollari, «reddito che è stato nascosto al dipartimento del tesoro e al dipartimento di giustizia».
 
 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-24 22:51:58 | 91.208.130.87