Polizia di Stato italiana
ITALIA / URUGUAY
04.09.2017 - 07:020
Aggiornamento : 10:57

Catturato il superlatitante della ‘ndrangheta Rocco Morabito

L’uomo era ricercato da 23 anni. L’annuncio dell’arresto è stato dato dal governo di Montevideo

MONTEVIDEO - Rocco Morabito è stato catturato. Dopo 23 anni si è conclusa la fuga di uno dei massimi esponenti della ‘ndrangheta calabrese. Il 51enne è considerato esponente di spicco della cosca omonima che ha base ad Africo, in provincia di Reggio Calabria.

Morabito era inserito nell’elenco dei cinque ricercati più pericolosi, ricercato dal 1994 per associazione di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e altri gravi reati. Deve espiare una pena di 30 anni di reclusione. Il 10 febbraio 1995 erano state diramate le ricerche in campo internazionale per arresto ai fini estradizionali.

La notizia dell’arresto è stata data dal ministero dell’Interno di Montevideo con un tweet. Il boss calabrese pare vivesse in una lussuosa villa con piscina, sotto il finto nome di Francesco Antonio Capeletto Souza con passaporto brasiliano.

Il boss della 'ndrangheta sarà estradato in Italia, rende d'altra parte noto il ministero degli Interni di Montevideo, ricordando che insieme a lui è stata arrestata una donna angolana con passaporto portoghese che, precisano le fonti, sarebbe la moglie di Morabito.

Nell'operazione che ha portato all'arresto la polizia uruguaiana ha confiscato tra l'altro 13 cellulari, una pistola, 12 carte di credito, assegni in dollari e 150 foto carnet con il viso del detenuto.

Polizia di Stato italiana
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-07 21:04:33 | 91.208.130.86