Keystone
ITALIA
16.08.2017 - 11:130
Aggiornamento : 12:30

Gambe di donna trovate in un cassonetto: il fratello in Questura

L'inquietante scoperta è avvenuta ieri sera a Roma. In mattinata sono stati rinvenuti altri resti poco lontano

ROMA - Orrore a Roma. Ieri intorno alle 20, rovistando in un cassonetto della spazzatura in viale Pilsudski, ai Parioli, una ragazza ha rinvenuto due gambe mozzate. Sarebbero di una donna. La giovane, colta da malore, ha allertato la polizia.

Come riporta Repubblica, gli arti erano legati insieme con del nastro adesivo da pacchi e, a giudicare dal loro stato di decomposizione, dovevano trovarsi lì dalla sera prima, lunedì. Fino alla tarda mattinata non c’era traccia del resto del corpo, ma gli investigatori hanno ora trovato altri resti in un cassonetto di via Guido Reni, a circa un chilometro dal luogo in cui sono state rinvenute le gambe.

Gli inquirenti hanno già una pista su chi potrebbe essere il responsabile del delitto che sta dietro al ritrovamento. Si tratterebbe di un uomo, visto allontanarsi dal cassonetto lunedì notte. Come riporta il portale italiano, una telecamera di sicurezza di un commercio avrebbe ripreso la targa dell’auto a bordo della quale si spostava, leggibile solo in parte. Intorno a mezzogiorno un uomo è stato condotto in Questura per essere interrogato: si tratterebbe del fratello della vittima, cittadino italiano di 60 anni.

Come riporta Il Fatto quotidiano, le gambe rinvenute ieri sera sarebbero state tagliate con un’ascia o una sega all'altezza dell'inguine.

Gli inquirenti stanno analizzando le denunce di scomparsa e visionando le immagini di altre telecamere di sicurezza che potrebbero aver inquadrato il responsabile.

 

Keystone
Guarda le 3 immagini
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 22:44:17 | 91.208.130.87