Keystone / AP
INDIA
03.05.2017 - 12:260

Soldati mutilati, convocato l'ambasciatore pakistano

NEW DELHI - L'India ha convocato oggi l'ambasciatore del Pakistan, Abdul Basit, per chiedere che il governo di Islamabad adotti misure punitive nei confronti degli ufficiali e dei soldati responsabili dell'uccisione, e successiva mutilazione, di due soldati indiani in Kashmir.

Al riguardo il portavoce del ministero degli Esteri indiano, Gopal Baglay, ha indicato che il sottosegretario S. Jaishankar ha comunicato «lo sdegno indiano per l'uccisione e l'atto barbaro di mutilazione» dei due soldati.

Nei giorni scorsi, tuttavia, Islamabad ha respinto l'accusa e l'ufficio stampa dell'esercito (Ispr) ha diramato un comunicato sostenendo che «non vi è stata da parte nostra alcuna violazione del cessate il fuoco». Le accuse di mutilazione di due suoi soldati «sono false» perché «l'esercito del Pakistan è una forza altamente professionale e mai mancherebbe di rispetto ad un soldato avversario, anche indiano».


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 03:49:10 | 91.208.130.86