FRANCIA
27.10.2016 - 11:370

Distrusse telefoni e computer Apple, condannato

Un 30enne furioso per un mancato rimborso aveva creato problemi in un centro commerciale

DIGIONE - Secondo la Nouvel Obs, il ragazzo di Digione che aveva distrutto diversi apparecchi in un negozio Apple è stato condannato a sei mesi di prigione sospesi.

I fatti risalgono al 29 settembre. Con tranquillità aveva usato una palla da bowling per rompere telefoni e computer protestando per un mancato rimborso. Il 30enne, filmato dalle telecamere interne del negozio, aveva raccontato la sua vicenda. In tribunale ha ribadito: «Ero in uno stato di rabbia mostruoso».

La sua condanna è stata completata con un periodo di prova di due anni durante il quale ha l’obbligo di risarcire le vittime, di lavorare e di non frequentare il centro commerciale in cui ha avuto luogo il fatto. Inoltre dovrà pagare una multa di 300 euro per violenza su un vigilante del centro commerciale.

Se Apple aveva stimato una perdita di circa 60.000 euro, il giudice ha stabilito 17'548 euro di danni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 22:09:57 | 91.208.130.86