ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
BRASILE
47 min
«Il test è risultato positivo»
Il presidente brasiliano ha comunicato l'esito dell'esame pochi minuti fa in diretta televisiva
ITALIA
1 ora
Gemelle siamesi separate con successo
Delicatissimo intervento di 18 ore a Roma. Un anno di preparazione per affrontare l'operazione
KENYA
1 ora
Alle radici del Covid-19: «Se continuiamo a sfruttare gli animali il problema si ripresenterà»
Il 60% delle infezioni umane ha origine animale. Pratiche agricole non sostenibili favoriscono il passaggio.
VIDEO
SVEZIA
2 ore
Passaporto inutile causa Covid? Al Burger ci si rimedia un panino gratis
Magra (si fa per dire) consolazione per i cittadini del Paese scandinavo. Il documento potrebbe diventare inservibile.
REGNO UNITO
4 ore
Nel Regno Unito pesanti tagli anche nei media
La causa è, ovviamente, l'emergenza coronavirus che per alcune testate è stata un colpo di grazia
GERMANIA
4 ore
Tagli alla dirigenza di Lufthansa: a casa un manager ogni 5
Le misure di ridimensionamento fanno parte della seconda parte del piano di ristrutturazione
ITALIA
5 ore
Insulti omofobi in sala operatoria, accusato un primario
L'episodio sarebbe avvenuto nel mese di marzo in un ospedale in provincia di Varese
ITALIA
5 ore
Ocean Viking, tutti i tamponi sono negativi
I migranti si trovano a bordo della nave-quarantena Moby Zazà
STATI UNITI
7 ore
Gli Stati Uniti vogliono bandire TikTok: «Condivide le informazioni col Partito Comunista cinese»
Lo sostiene Mike Pompeo che dichiara guerra alle app made in China, ma l'azienda nega categoricamente
BRASILE
7 ore
Bolsonaro a rischio Covid-19: su Twitter si fa il tifo per il coronavirus
In Brasile è di tendenza il discutibile hashtag "Forza Covid". Il presidente ha sempre minimizzato l'epidemia.
STATI UNITI
7 ore
Denunciò un'aggressione inesistente, ora rischia fino a un anno di carcere
L'uomo, un afroamericano, le aveva chiesto di mettere il guinzaglio al suo cane e lei aveva chiamato la polizia
BOLIVIA
9 ore
La Procura vuole arrestare Evo Morales per terrorismo
L'ex presidente ha detto che «è una ulteriore prova della persecuzione politica del governo 'de facto' contro di me»
CINA / STATI UNITI
9 ore
Pompeo: «A Hong Kong censura orwelliana»
La legge sulla sicurezza non è una «sventura», ha dichiarato la governatrice Carrie Lam
STATI UNITI
10 ore
Brooks Brothers verso la bancarotta
Ci sono vari gruppi interessati al colosso dell'abbigliamento
PAKISTAN
10 ore
Sei vittime a causa dei monsoni
La pioggia continuerà fino a mercoledì mattina, secondo il dipartimento meteorologico
STATI UNITI
11 ore
La Georgia ha dichiarato lo stato di emergenza
Nel weekend del 4 luglio sono morte cinque persone nel corso di sparatorie
CINA
11 ore
TikTok sta per andarsene da Hong Kong
È una conseguenza della messa in opera della nuova legge sulla sicurezza
FOTO
GIAPPONE
11 ore
50 morti per le alluvioni
Ci sono almeno una dozzina di persone disperse
BRASILE
11 ore
Bolsonaro ha sintomi compatibili con il coronavirus
I risultati sono attesi per questo pomeriggio
INDIA
11 ore
Morde una bomba: bambino ferito alla bocca
Il dispositivo giaceva in un campo ai margini della foresta. Il piccolo dovrà ricevere cure specialistiche.
MONDO
19 ore
«Non possiamo permettere alla pandemia di vanificare gli sforzi»
Oltre una settantina di Paesi ha carenze di farmaci antiretrovirali. In 24 di questi la situazione è molto critica
SPAGNA
20 ore
Immunità al Covid? In Spagna siamo solo al 5%
Lancet ha pubblicato i risultati di una vasta indagine sulla sieroprevalenza della popolazione spagnola
FRANCIA
21 ore
«Senza mascherina non salite»: autista picchiato a sangue
Il 50enne ha subito gravi lesioni alla testa e si trova in stato di morte cerebrale
REGNO UNITO
23 ore
Il Principe Andrea ha avvicinato un avvocato di “innominabili”?
Per affrontare gli strascichi dell'affaire Epstein, ricevendo però un no. Almeno stando al New York Times
MESSICO
1 gior
Piccolo aereo sospettato di trasportare droga atterra in autostrada
Trovati poco distanti dal luogo dell'incidente quasi 400 chili di cocaina
MONDO
1 gior
Il campo magnetico terrestre cambia 10 volte più velocemente del previsto
Lo hanno scoperto due team universitari, cambiando il metodo per misurarlo che si utilizzava fino a oggi
FOTO
GIAPPONE
1 gior
In Giappone 44 persone sono morte a causa delle piogge torrenziali
Non si placa il maltempo e 250mile persone sono state evacuate, procede la ricerca dei dispersi
RUSSIA
1 gior
Il cugino di Putin eletto capo del partito anti-corruzione
Il figlio ha invece dichiarato di volersi candidare con il partito alle prossime elezioni
CROAZIA
1 gior
In Croazia ha vinto l'Unione democratica di Plenkovic
I conservatori si confermano con un aumento di un solo punto percentuale rispetto all'ultima tornata elettorale
REGNO UNITO
1 gior
Gli ubriachi «non possono / non vogliono» mantenere le distanze sociali
Lo ha affermato il direttore della Federazione di polizia britannica dopo il primo weekend di riapertura dei pub
REGNO UNITO
1 gior
Il Regno Unito stanzierà 2 miliardi per sostenere la cultura
STATI UNITI
1 gior
Uber vuole comprarsi la piattaforma di food delivery Postmates
Con un affare da 2,65 miliardi di dollari, l'acquisizione potrebbe aiutare in un momento difficile per l'azienda
AUSTRALIA
1 gior
Coronavirus: l'Australia chiude il confine fra Victoria e Nuovo Galles del Sud
Il blocco partirà da mercoledì ed è stato imposto per un improvviso picco di casi
STATI UNITI
1 gior
«La mascherina serve anche rispettando le distanze»
Alcuni esperti hanno lanciato l'allarme all'OMS: «Il virus si trasmette per via aerea, la mascherina è necessaria»
NUOVA ZELANDA
1 gior
Fallito il lancio: persi razzo e satelliti
Dopo quattro minuti dal lancio è stata registrata un'anomalia
BELGIO
25.03.2016 - 11:320
Aggiornamento : 16:24

Schaerbeek, nuova operazione di polizia

Abdeslam ha raccontato il suo 13 novembre a Parigi: «Ho rinunciato quando ho parcheggiato»

BRUXELLES - Non ha parlato molto, ma qualcosa ha detto Salah Abdeslam agli inquirenti. Dalle parole del terrorista - ancora tutte da verificare - emerge nel suo coinvolgimento il ruolo fondamentale del fratello Brahim, morto negli attacchi di Parigi. Sarebbe per lui che avrebbe partecipato alle stragi. Salah ha spiegato di aver prenotato le macchine e gli hotel, ma sempre su indicazione del fratello. Lo riporta BFM TV. «Ogni volta che ho dovuto pagare qualcosa per preparare questi attacchi, il denaro proveniva da Brahim», ha detto agli investigatori.

Il suo 13 novembre - Salah ha spiegato che si sarebbe dovuto far esplodere nello stadio. «Ho rinunciato quando ho parcheggiato la macchina»: ha afferrmato Salah Abdeslam secondo i verbali. «Ho fatto scendere i miei tre passeggeri, poi sono ripartito - ha detto - ho guidato alla cieca, mi sono fermato da qualche parte, non saprei dove. Ho chiuso l'auto, ho portato via la chiave e sono rientrato nella stazione Montrouge. Ho fatto qualche fermata di metro, una o due. Sono sceso, ho camminato fino a un negozio di telefoni, ne ho comprato uno e ho contattato una sola persona: Mohamed Amri». È lui l'amico che, insieme con Hamza Attou, partirà immediatamente da Bruxelles per andarlo a recuperare a Parigi.

Abdelhamid Abaaoud - Il "responsabile degli attentati" del 13 novembre a Parigi è Abdelhamid Abaaoud, morto nell'assalto al covo di S. Denis. Lo ha detto Salah Abdeslam, come riporta Le Monde. Che Abaaoud sia il responsabile degli attentati che hanno causato 130 morti a Parigi «lo so da mio fratello Brahim».

Egli conferma inoltre solo l'identità di Bilal Hadfi, e non degli altri due kamikaze dello Stade de France di cui dice «ignorare il ruolo».

«La cintura di Salah non aveva liquido esplosivo» - La cintura di Salah Abdeslam a Parigi «mancava di liquido esplosivo». È quanto riferisce il quotidiano Le Monde, citando la testimonianza di Abid Aberkan, il cugino da cui l'ex fuggitivo si rifugiò a Molenbeek, rue des Quatre-Vents, fermato anch'egli il 19 marzo.

Salah stesso ha detto agli inquirenti che quella cintura gliel'aveva consegnata il fratello Brahim nell'appartamento affittato a Bobigny. Dopo aver rinunciato, ha aggiunto l'ha «nascosta» in un «luogo discreto».

Qualcosa non torna - Abdeslam ha raccontato di aver contattato una sola persona, Mohammed Abrini, dopo le esplosioni di Parigi. Ma gli investigatori hanno le prove che abbia fatto anche altre telefonate. Altra dichiarazione apparentemente falsa è quella relativa al suo rapporto con Abaaoud. Salah afferma di averlo visto «a Charleroi nella notte fra l’11 e il 12 febbraio 2015. Questa è l’unica volta che l’ho visto nella mia vita», eppure La Libre ha ricordato qualche tempo fa che Abaaoud e Abdeslam sono stati condannati insieme per furto nel 2010. I due uomini erano amici d’infanzia.

LIVE 

15.26 Arrestato Schaerbeek è 'pesce grosso' - Il sospetto fermato e ferito alle gambe a Schaerbeek sarebbe un 'pesce grosso', una figura rilevante. Lo rende noto Rtl.

15.25 - Uomo ferito aveva zainetto sulle spalle - L'uomo sospetto, a cui gli agenti hanno sparato alle gambe, portava sulle spalle uno zainetto. Lo rende noto la tv Rtbf.

15.11 - Un video mostra l'operazione - Un video preso dall'account twitter @Harald Wolf mostra parte dell'operazione in corso a Scherbeek e che ha portato all'arresto di un sospetto.

15.04 - Borgomastro di Schaerbeek conferma arresto - Il Borgomastro di Schaerbeek ha confermato l'arresto e il ferimento alle gambe di un uomo, durante l'operazione di questi minuti nel suo quartiere. Ha anche confermato che l'operazione è legata a quella di ieri sera a Parigi. Gli abitanti della zona interessata dall'intervento delle forze speciali non possono lasciare le loro abitazioni.

14:54 Allarme per nuovi attentati - Il presidente della polizia criminale federale tedesca Holger Muench lancia l'allarme su nuovi attentati terroristici in Europa da parte delle milizie Isis. In un'intervista che uscirà domani sulla Bild, di cui è stata fornita un'anticipazione, Muench spiega: "L'Europa è già da lungo tempo nell'occhio della propaganda islamista, ora si aggiunge il fatto che il cosiddetto Stato islamico è indebolito in Siria e Iraq".

Una situazione ancora più pericolosa per l'Europa, secondo Muench, "perché i gruppi terroristici sono sotto pressione e hanno bisogno di azioni spettacolari per ottenere visibilità e dimostrare potere". "Questo significa che il pericolo resta alto in Europa e che non sono da escludere nuovi attentati".

14.50 - Arrestato l'uomo neutralizzato - L'uomo neutralizzato dalla Polizia sarebbe stato arrestato, nell'ambito dell'operazione ancora in corso a Schaerbeek. Lo hanno reso noto diversi media belga. L'operazione in corso sarebbe legata a quella condotta ieri a Parigi che ha consentito di prevenire un nuovo attentato, riportano i media locali. L'uomo detenuto sarebbe stato ferito alle gambe dopo che avrebbe tentato di scappare opponendo resistenza all'avvertimento degli agenti di fermarsi. Lo ha reso noto la tv Rtbf, citando testimonianze presenti non confermate ufficialmente.

14.20 - Uomo neutralizzato dalla polizia - La Polizia belga ha appena 'neutralizzato' un uomo durante l'operazione ancora in corso a Schaerbeek. Lo ha reso noto la tv Rtbf, aggiungendo che si sono sentite due detonazioni.

14.18 - La Francia piange una vittima - Il ministero degli Esteri di Parigi annuncia che tra i morti degli attentati terroristici di martedì scorso a Bruxelles c'è anche almeno un cittadino francese. La Francia deplora inoltre 12 connazionali feriti, di cui tre in condizioni gravi.

13.49 - Nuova operazione di polizia a Schaerbeek - Nuova operazione della polizia a Schaerbeek. Secondo l'agenzia Belga, si è sentita un'esplosione all'inizio dell'intervento delle forze dell'ordine in un appartamento, il perimetro dell'edificio è stato bloccato e circondato da agenti armati e da camion militari. Sul posto ci sono anche gli sminatori. L'operazione è ancora in corso.

13.29 Covo Argenteuil, stessi esplosivi degli attentati - Quasi due chili di TATP e dell'acetone - gli ingredienti del potente esplosivo degli attentati di Parigi e Bruxelles - sono stati ritrovati questa notte nel covo di Argenteuil, in banlieue di Parigi. Lo si apprende da fonti dell'inchiesta, secondo le quali la polizia ha sequestrato anche dei kalashnikov e delle pistole.

Nel covo è stato arrestato Reda Kriket, condannato a 10 anni in contumacia in Belgio come reclutatore di jihadisti per la Siria. Fra i reclutati da lui c'era anche Abdelhamid Abaaoud, la "mente" degli attentati di Parigi, anche lui condannato nello stesso processo.

13.25 - Nuova vittima identificata - Il Foreign Office ha confermato che il cittadino britannico David Dixon è fra le vittime degli attacchi di Bruxelles. Il 53enne, orginario di Hartlepool, nord Inghilterra, era nell'elenco dei 'dispersi'.

"Abbiamo ricevuto la notizia più terribile e devastante", hanno detto i suoi familiari che continuavano a sperare che si fosse salvato.

Il premier David Cameron si è detto "profondamente rattristato" per la notizia della morte di Dixon, unica vittima britannica negli attentati, mentre sette cittadini del Regno Unito sono fra i feriti e tre di questi si trovano ancora in ospedale.

Dixon viveva con la compagna e il figlio a Bruxelles. Aveva contattato con un messaggio la famiglia dopo gli attacchi all'aeroporto dicendo che stava bene ma ha poi perso la vita nell'attentato alla metropolitana.

13.04 - Secondo arresto in Germania - Il giorno prima dell'arresto del salafita Samir E. nell'area di Duesseldorf, la polizia tedesca ha fermato anche un secondo uomo, nell'area di Giessen, in Assia. Lo riferisce sempre lo Spiegel, nell'anticipazione del numero cartaceo in edicola domani, ora pubblicata in forma più estesa anche sul sito online del magazine.

Si tratterebbe di un uomo sul cui telefono cellulare sono stati rintracciati due sms sospetti. Uno conteneva il nome dell'attentatore suicida della metropolitana, Khalid El Bakraoui, l'altro conteneva semplicemente il messaggio "fine", scritto in francese, ricevuto alle 9.08. Spiegel ricorda che, secondo quanto noto finora, l'esplosione nella metropolitana sarebbe avvenuta alle 9.11. Gli investigatori indagano su possibili contatti con l'ambiente degli attentatori di Bruxelles.

13.03 - Si salvano i messaggi in memoria delle vittime - Alcuni volontari stanno raccogliendo con massima cura i messaggi, le lettere, le bandiere, tutti i ricordi che in queste ore sono stati deposti al memoriale improvvisato di Place Bourse, il luogo dove tutta Bruxelles ha voluto rendere omaggio ai caduti delle stragi di martedì.

Preoccupati che questo materiale possa essere distrutto dalla pioggia, o anche solo dai passanti, diverse persone impiegate del Comune e volontari, stanno avvolgendo questi cimeli in carta assorbente, per poi metterli in grossi scatoloni di plastica.

"Ancora non sappiamo dove finiranno, se in un museo o in quale luogo sarà deciso in futuro. Ora l'obiettivo - racconta uno di questi volontari - è archiviarli e preservarli. Questi fogli raccontano l'emozione e il dolore di una città, sono molto preziosi".

12.53 - Anche due americani tra le vittime - Tra le vittime degli attacchi a Bruxelles ci sono anche due cittadini americani: lo ha detto il segretario di stato americano John Kerry, dopo l'incontro con il premier belga Charles Michel.

Il ministro degli esteri olandese ha invece confermato l'uccisione di tre suoi connazionali. Per il momento, secondo i media, tra i morti ci sono una donna peruviana, quattro belgi e un marocchino. Il Foreign Office ha inoltre confermato che un cittadino britannico è fra le vittime degli attacchi di Bruxelles.

12.46 - Nessun allarme per Germania-Italia -  Il ministro dell'Interno della Baviera, Joachim Hermann, ha confermato che al momento "non esistono indicazioni concrete di attentati per le due partite amichevoli della Germania". La nazionale tedesca incontrerà domani sera a Berlino l'Inghilterra e martedì prossimo l'Italia a Monaco.

"All'incontro di Monaco con l'Italia sarò io stesso presente - ha aggiunto Hermann - in modo da farmi direttamente sul posto un quadro delle misure di sicurezza adottate". "La polizia è ben preparata e ci saranno intensi controlli per gli spettatori - ha concluso Hermann - per cui consiglio ai tifosi di arrivare in anticipo allo stadio e programmare un po' di tempo in più del solito".

12.45 - «A breve ripresa missione contro Isis» - Il premier belga Charles Michel ha confermato la ripresa a breve della missione degli F-16 belgi contro l'Isis, con una possibile estensione alla Siria. Lo riporta l'agenzia Belga.

12.39 - Almeno un fermo a Forest dopo le perquisizioni - Nuovo fermo a Forest durante una perquisizione finita all'alba, secondo l'on-line della RTBF. La procura federale, contattata dall'agenzia di stampa Belga, ha confermato l'esecuzione delle perquisizioni ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni sulla persona fermata.

12.33 Preso salafita - Ieri nell'area di Duesseldorf forze speciali della polizia hanno arrestato un salafita che, secondo quanto riportato in un'anticipazione del settimanale Spiegel in uscita domani, potrebbe essere legato agli ambienti degli attentatori di Bruxelles.

La procura di Duesseldorf ha solo confermato l'arresto dell'uomo e che si sta indagando su di lui per "preparazione di un grave atto di violenza contro lo Stato". Secondo lo Spiegel si tratterebbe del salafita Samir E. che, come l'attentatore suicida della metropolitana Khalid El Bakraoui, sarebbe stato arrestato nell'estate 2015 dalla polizia turca al confine con la Siria e poi espulso in Olanda. Gli inquirenti tedeschi indagherebbero per scoprire se Samir E. e Khalid El Bakraoui si conoscessero e se fossero insieme in Turchia.

12.28 - L'avvocato di Salah denuncia la procuratore di Parigi - La procura di Bruxelles ha ricevuto stamani la denuncia di Sven Mary, l'avvocato di Salah Abdeslam contro il procuratore di Parigi Francois Molins per violazione dei diritti del suo assistito.

Molins, durante una conferenza stampa, aveva riferito che Salah aveva detto agli inquirenti belgi "che doveva farsi esplodere allo Stade de France ma che aveva fatto marcia indietro". Secondo il legale Sven Mary queste dichiarazioni alla stampa "costituiscono violazioni dei diritti" del suo cliente.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-07 18:20:26 | 91.208.130.85