ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
30 min
Vaccino-Pil, Moratti fa retromarcia
Il riferimento alla Lombardia era legato all'inserimento alla zona rossa, assicura l'assessora al Welfare
GERMANIA
31 min
Serrata prolungata fino a metà febbraio
Sui mezzi pubblici vigerà inoltre l'obbligo di portare mascherine FFP2. Non più ammesse quelle di stoffa o chirurgiche.
THAILANDIA
58 min
43 anni di carcere per aver criticato la monarchia
È la condanna più dura mai emessa sulla base della legge "sulla lesa maestà"
STATI UNITI
1 ora
Levine prima persona apertamente trans nel governo degli Stati Uniti
Pediatra ed ex medica di base, la 64enne è al momento segretaria alla Sanità della Pennsylvania.
STATI UNITI
2 ore
Isolata una nuova variante in California
Gli scienziati sono prudenti ma affermano: «Ci sono segnali che potrebbe essere altamente trasmissibile»
SVIZZERA / MONDO
2 ore
Il WEF bacchetta i governi: ignorati 15 anni di avvertimenti sulle pandemie
Il Global Risk Report del Forum economico mondiale mette in luce una serie di aspetti critici e problemi
UNIONE EUROPEA
3 ore
737 Max di nuovo autorizzato a volare in Europa dalla prossima settimana
Lo fa sapere l'Agenzia europea della sicurezza aerea (AESA), alla quale partecipa anche la Svizzera.
KOSOVO / SERBIA
3 ore
Unificazione di Kosovo e Albania? Belgrado insorge
La proposta è di Haradinaj. Vučić: «Se avessimo prospettato noi un'annessione nei Balcani ci avrebbero bombardati».
RUSSIA
3 ore
Rilasciare Navalny? «Affare interno, non intromettetevi»
Dmitry Peskov, portavoce del Cremlino, ha dichiarato che gli appelli non verranno presi in considerazione
STATI UNITI
4 ore
Troppi morti, ora i crematori possono lavorare ancora di più
Migliaia le vittime di coronavirus stipate negli ospedali e obitori della contea di Los Angeles.
BULGARIA
4 ore
Neonato nasce con gli anticorpi contro il Covid
La madre era risultata positiva al coronavirus, il piccolo è in buone condizioni di salute
STATI UNITI
4 ore
Estremisti QAnon travestiti da militari? Fbi in allerta
C'è massima attenzione a Washington per la cerimonia d'insediamento di Joe Biden, in programma domani
ITALIA
5 ore
«Zona rossa penalizzante», la Lombardia ha fatto ricorso
Il presidente regionale Fontana contesta la prevalenza data al parametro Rt al momento di classificare le varie aree
STATI UNITI
6 ore
400mila americani sono morti in un anno a causa del Covid-19
Sono oltre 24 milioni i contagi, preoccupa particolarmente la California
MONDO
7 ore
Vaccini a due velocità: solo 25 dosi finora nei paesi più poveri
In tutto il mondo i vaccinati contro il Covid sono oltre 40 milioni. E l'Oms lancia l'allarme
MESSICO / AUSTRALIA
08.02.2016 - 19:520

Pedofilia, la Chiesa trema dal Messico all'Australia

Mentre otto vittime chiedono un incontro con il Papa, la Chiesa australiana finisce in tribunale

CITTÀ DEL MESSICO / SYDNEY - Il mondo ecclesiastico è scosso dagli scandali dovuti ai numerosi casi di pedofilia che stanno emergendo tra i rappresentanti della chiesa cattolica. Casi che spuntano da tutte le parti del mondo.

Un gruppo di otto vittime di abusi da parte di sacerdoti, per fare un esempio, ha chiesto di poter avere un incontro con il Papa, che fra qualche giorno sarà in visita in Messico. A chiedere formalmente l'incontro è stato Joaquin Aguilar Mendez, dirigente della "Rete di sopravvissuti agli abusi di sacerdoti" (Snap).

Tra le otto vittime (provenienti da Oaxaca, San Luis Potosí e dalla capitale) c'è lo stesso Aguilar, che ha subito abusi da bambino da parte del sacerdote Nicolas Aguilar Rivera, dello stato di Puebla, protagonista - ricordano i media - di quello che è considerato come il caso documentato di pedofilia più grave nel paese.

Un'altra vittima di abusi che vorrebbe avere un incontro con il Papa, aggiunge la stampa, è Jesús Romero Colín. I nomi delle altre vittime non sono stati diffusi, ha precisato il dirigente di Snap, sottolineando che l'intenzione del gruppo è quella di incontrare il Papa "come vittime" più che come rappresentanti Snap: "La nostra "rete" si è dedicata non solo a criticare ma anche ad essere propositivi. Continueremo a bussare le porte" per avere il colloquio, ha d'altro lato concluso Aguilar Mendez.

Casi in Australia - Il cardinale George Pell, già arcivescovo di Melbourne e poi di Sydney e ora prefetto della Segreteria per l'Economia del Vaticano, deporrà invece sui fatti di pedofilia dei quali è stata accusata la Chiesa australiana. La deposizione è attesa a partire dal 29 febbraio e il cardinale potrà testimoniare per videoconferenza da Roma davanti alla Commissione d'inchiesta, perché troppo malato per recarsi in Australia e testimoniare di persona.

Si tratta di un momento molto atteso, considerato il ruolo di primo piano di Pell in Vaticano. In passate udienze il prelato è stato nominato più volte da vittime di pedofilia, secondo cui avrebbe ignorato e anche coperto per decenni abusi commessi da sacerdoti, permettendone il trasferimento da una parrocchia all'altra. Asserzioni che Pell ha più volte respinto.

Ma la questione pedofilia scuote anche la Commissione pontificia istituita ad hoc. Oggi in un lungo rapporto sintetizza il lavoro fatto e annuncia le possibili proposte da sottoporre al Papa, dalla richiesta di ricordare a tutte le autorità della Chiesa l'importanza di "una risposta diretta alle vittime" all'istituzione di una Giornata Universale di Preghiera, fino al sito web per "condividere le "buone norme" per la tutela dei minori nel mondo".

Resta però di sfondo la polemica sull'uscita del membro laico Peter Saunders, da ragazzo vittima di abusi. "Non è suo compito - ha ribadito oggi parlando della Commissione il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi - discutere e approfondire i casi singoli". Ma parlando con il giornale "The Irish Times", Saunders è stato molto critico con la Santa Sede e nega di aver lasciato il suo ruolo.

"L'unica persona che può cacciarmi via è il Papa", dice, ma poi critica lo stesso Bergoglio: "Avevo grandi speranze in Papa Francesco ma fino a questo momento non vedo grandi cambiamenti". E lo stesso Saunders, insieme a Juan Carlos Cruz, un cileno ex vittima di abusi, in questi giorni ha diffuso una lettera di cattolici cileni a Papa Francesco nella quale si chiede di rimuovere il vescovo di Osorno, mons. Juan Barros, colpevole, secondo le loro accuse, di aver coperto per anni i preti pedofili.

Dall'Italia invece tuonano le parole di don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente dell'Associazione Meter: è "uno scandalo" - ha detto oggi a Radio Vaticana - il silenzio sulla pedofilia online da parte di stampa e istituzioni. Intanto il giudice per le indagini di Palermo Roberto Riggio ha concesso gli arresti domiciliari, presso la struttura romana in cui si stava sottoponendo a una cura, a don Roberto Elice, il sacerdote palermitano accusato di avere molestato tre minorenni quando era parroco nel capoluogo siciliano.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 4 anni fa su tio
“Yahweh percosse il bambino che la moglie di Uria ha partorito a David, e non vi fu più speranza per lui. (…) dopo sette giorni il bambino morì” 2 Sam 12, 15-18 (ed Paoline 1969) “Ecco, io (Yahweh) spezzerò il vostro braccio e spanderò sulla vostra faccia escrementi” (Ml 2, 3) “Beato chi afferrerà i tuoi piccoli e li sbatterà contro la pietra” (Sal 137, 9) Questa è la parola del dio Yahweh. Poi hanno inventato suo figlio per ricondurci sulla retta via e per mascherare quanto avvenuto in precedenza. Sta di fatto che le maschere perseverano e noi continuiamo a sostenere l’inganno. Ma siamo agli sgoccioli.
ZetaCrea 4 anni fa su tio
I fedeli esistono anche senza i preti e il vattic-ano, anzi...molto meglio!! Non vedo l'ora che il mondo si liberi dal male eterno, ...proibire tutte le religioni
mgk 4 anni fa su tio
Diciamo che in messico la possibilita di essere violentata e minore dalla possibilita di non finire in una sparatoria tra narcos
Libero pensatore 4 anni fa su tio
A me pare piuttosto evidente, pur non avendo studiato psicologia, che reprimere la propria sessualità possa generare disturbi di vario genere come, appunto, la pedofilia. Il fatto di non poter avere rapporti sessuali inoltre credo sia un forte deterrente per molti giovani che vorrebbero intraprendere la professione di sacerdote. È ovvio che questa cosa crei una sorta di selezione avversa per la quale chi intraprende questa carriera probabilmente ha dei disturbi nella sfera sessuale/ sentimentale. Forse per risolvere il problema basterebbe eliminare il celibato. Fatto sta che io in chiesa non ci metto piede e mi guarderò bene dal mandarci i miei figli
Don Quijote 4 anni fa su tio
@Libero pensatore Concordo pienamente, il voto di castità fa si che la percentuale di pedofili tra i sacerdoti sia esageratamente alta rispetto a qualsiasi altra professione. Inoltre si sa bene che i più assidui frequentatori della chiesa sono persone deboli, più inclini a sopportare e subire che denunciare.
SosPettOso 4 anni fa su tio
@Libero pensatore Secondo me invece sono piuttosto i privilegi di cui gode il clero, a determinarne l'attrattività per una persona che ha delle devianze sessuali. Per la legge qualsiasi segreto professionale (medico, bancario, d'ufficio,...) cade di fronte all'illecito, solo il segreto confessionale è a discrezione del singolo. C'è poi anche il vantaggio di potersi far trasferire in ogni parte del mondo,..
Libero pensatore 4 anni fa su tio
@SosPettOso Mah, non saprei. È vero che c'è una sorta di protezione nei confronti degli appartenenti alla chiesa che si macchiano di certi reati ma questo secondo me è un fatto più legato a quello che diceva don quijote, e cioè che coloro che frequentano la chiesa tendenzialmente sono poco inclini alla denuncia, che non a privilegi di vario genere.
Libero pensatore 4 anni fa su tio
@Don Quijote Verissimo. Inoltre personalmente mi sono sempre chiesto che tipo di credibilità possa avere un prete quando parla di famiglia (tema che va per la maggiore in chiesa) quando lo stesso non ha la minima idea di cosa voglia dire avere dei figli e un coniuge.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-19 16:35:09 | 91.208.130.87