REGNO UNITO
05.11.2015 - 12:240
Aggiornamento : 15:42

I suoi otto litri di Pepsi al giorno l’hanno uccisa

La donna 38enne, che soffriva di disturbi mentali, è morta a causa delle sue dipendenze da caffeina e alcol

LONDRA - Victoria Lane aveva 38 anni. Era una madre di famiglia. Ed è morta lo scorso aprile nella sua casa di Stoke-on-Trent, cittadina situata nel centro dell’Inghilterra. L’ha trovata il figlio. Senza vita. “Era nella stessa posizione che aveva la sera prima. Ho provato a svegliarla, ma la sua mascella era completamente bloccata” - ha riferito l’adolescente alle autorità. Una volta giunti sul posto, i soccorsi non hanno potuto far altro che constatare la morte della donna. Il motivo? È rimasto avvolto nel mistero fino a ieri. Quando le autorità hanno divulgato le conclusioni sul caso.

Lotta contro la depressione - Il figlio ha confidato agli inquirenti che Victoria soffriva di depressione, ansia e alcolismo - come riportato da “The Stroke Sentinel”. Il suo medico le aveva prescritto degli anti-depressivi per aiutarla a combattere. “Mia mamma beveva tanto. Poteva arrivare a trangugiare un litro di vodka e 8 di Pepsi al giorno” - racconta il ragazzo.

A 16 anni vittima di un dramma - La madre di Victoria ha una spiegazione per i problemi della figlia. “Era stata coinvolta in un incidente automobilistico quando aveva 16 anni. Quel dramma le ha cambiato la vita. Fisicamente si era ripresa bene. Ma qualcosa si era rotto nella sua testa” - racconta Rosalind Lane. La mamma della defunta conosceva i vizi di Victoria. Era al corrente delle sue dipendenze da Pepsi e Vodka. “I suoi medicamenti le provocavano sempre secchezza alla bocca. È per quel motivo che beveva così tanto”. La mamma era preoccupata per le grandi quantità di caffeina assunte dalla figlia. “Ma lei mi diceva sempre che stava bene”.

La causa del decesso - Il patologo ha dichiarato che Victoria è morta per un consumo eccessivo di anti-depressivi aggravato dall’abuso di caffeina. L’assistente del medico legale, Sarah Murphy, ha stabilito la morte accidentale. La famiglia della 38enne ha lanciato una colletta su internet in ricordo della madre. Secondo “The Independent”, i soldi raccolti saranno consegnati ad un associazione che aiuta le persone con disturbi mentali.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-22 15:04:44 | 91.208.130.89