keystone-sda.ch / STF (Eugene Hoshiko)
GIAPPONE
21.06.2021 - 14:300

Vaccini a rilento, in Giappone si punta ora sulle aziende

L'iniziativa ha preso il via oggi. Toyota vaccinerà 80'000 persone. Rakuten 60'000.

In tutto sono finora 3'500 le aziende che hanno presentato un piano per la somministrazione dei vaccini anti-Covid presso i propri stabilimenti o uffici.

TOKYO - I giochi olimpici si avvicinano e in Giappone, dove ieri è stato revocato in diverse prefetture lo stato di emergenza, si tenta ora di premere sul pedale del gas della campagna vaccinale anti-Covid. E così da oggi entrano in gioco anche le aziende, che hanno iniziato a somministrare dosi di siero a dipendenti e familiari.

Finora sono circa 3'500 le società che hanno aderito all'iniziativa, per un totale di oltre 13 milioni di persone da vaccinare. A queste società è stato chiesto di presentare un piano di somministrazione per almeno mille persone. L'adesione è aperta anche alle università e alle aziende più piccole, che possono organizzarsi attraverso le proprie associazioni.

Tra le realtà aziendali iscritte, riferisce l'Associated Press, figura ad esempio il colosso automobilistico Toyota, che prevede di vaccinare ben 80'000 persone presso i suoi stabilimenti. L'azienda di commercio online Rakuten ha presentato un piano per somministrare il vaccino anti-Covid a 60'000 persone, tra dipendenti e i loro familiari, mentre Uniqlo ne vaccinerà 18'500.

Le richieste di adesione per prendere parte all'iniziativa resteranno aperte fino al mese di febbraio dell'anno prossimo. E il Giappone spera così di recuperare il terreno perduto negli scorsi mesi, segnato da una campagna vaccinale che è andata assai a rilento. E le cifre lo dimostrano: da febbraio a oggi, nel Paese nipponico è stato completamente immunizzato solo il 6% della popolazione.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-05 16:16:08 | 91.208.130.89