keystone-sda.ch (Yang Shiyao)
CINA
21.01.2021 - 16:360

La Cina teme l'ondata: test di massa in diversi focolai

Tra le città interessate anche Shijiazhuang e Tonghua. Pechino chiude le scuole in anticipo per il Capodanno lunare

SHIJIAZHUANG - Le competenti autorità delle città cinesi di Shijiazhuang e Tonghua e quelle del distretto di Daxing della capitale Pechino hanno avviato ieri un nuovo ciclo di tamponi molecolari di massa nel tentativo di contenere l'ultima ondata di Covid-19.

La campagna di test è stato avviata sulla scia della recente comparsa di nuovi casi di contagio in queste aree. Il 19 gennaio, 36 infezioni trasmesse a livello locale erano state segnalate a Tonghua, nella provincia nord-orientale di Jilin, 13 erano state registrate a Shijiazhuang, nella provincia settentrionale di Hebei, e altre 6 nel distretto di Daxing a Pechino. A Shijiazhuang sono stati inviati 3.470 operatori sanitari provenienti da tutta la Cina.

Le autorità di Tonghua hanno sospeso i servizi ferroviari, i voli, le corse degli autobus a lunga percorrenza e dei taxi, mentre alle auto private è stato vietato l'ingresso o l'uscita dalla città. Ieri, il distretto di Daxing a Pechino ha emesso una nota che vieta a tutte le persone del distretto di lasciare la capitale.

Pechino, scuole chiuse in anticipo
Le autorità della capitale cinese hanno inoltre deciso di chiudere con due settimane di anticipo le scuole, nell'ambito delle misure per contrastare la nuova ondata di Covid-19: la Commissione istruzione municipale, riunitasi oggi per adottare le misure finali, ha deciso di anticipare di due settimane, a lunedì 25 gennaio, la chiusura delle scuole e degli asili ancora aperti in vista della festività del Capodanno lunare che parte il 12 febbraio.

In base al nuovo calendario, la riapertura è prevista dal primo marzo, ma la decisione finale sarà adottata dalle autorità in base all'andamento dell'epidemia. L'insegnamento sarà effettuato online.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Luca 68 1 mese fa su tio
l'oro almeno lo sanno che le scuole devono chiudere !!
Mat78 1 mese fa su tio
Chi è più responsabile della situazione è anche chi la sta pagando di meno...Gli unici in crescita sono quelli che hanno icercato di insabbiare tutto (nella migliore delle ipotesi). Quando avremo superato questa tragedia, spero che il mondo civilizzato presenti il conto a questa dittatura, che è un pericolo per la democrazia mondiale, ma anche per il clima e l'ambiente in generale. È ora di una primavera orientale...ma fin che arricchiamo la Cina per l'interesse di pochi avidi ed il loro reddito medio pro-capite continua ad aumentare (a discapito di tutti i paesi sviluppati e democratici in cui esistono i diritti sindacali, oltre che quelli dell'uomo) difficilmente si ribelleranno al partito comunista. Sarebbe infatti ora di rimettere i diritti dell'uomo davanti agli interessi economici. Tra negazione dei diritti basilari, genocidi, deportazioni, pena capitale, ecc. non è moralmente lecito fare affari con questa dittatura.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-24 19:27:34 | 91.208.130.85