Archivio Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Frana in Valchiavenna, evacuate 25 case
La provincia di Sondrio è nella morsa del maltempo, tra forti piogge e nevicate in quota
STATI UNITI
7 ore
Biden a colloquio con il presidente Messicano
Cambia l'approccio per combattere l'immigrazione irregolare. E si punta sulla collaborazione
FRANCIA
10 ore
«Un milione di francesi sono stati vaccinati»
Il Primo ministro transalpino: «Raggiunto l'obiettivo che ci eravamo prefissati per la fine di gennaio».
ITALIA
10 ore
Rallenta il contagio in Italia
I numeri del ministero della Salute: 13'331 nuovi casi e 488 decessi.
STATI UNITI
11 ore
Donald Trump si consola con il golf
L'ex presidente ha parlato per la prima volta da quando ha lasciato la Casa Bianca: «Faremo qualcosa, ma non subito».
STATI UNITI
11 ore
Pfizer sta cercando di recuperare i ritardi
L'estrazione della sesta dose per fiala, come previsto dall'Agenzia europea del farmaco, dovrebbe accelerare le dosi
STATI UNITI
13 ore
È morto Larry King
Lo storico volto della CNN era da tempo in ospedale e stava combattendo con il coronavirus
FOTO
RUSSIA
13 ore
Botte e manette alle manifestazioni pro-Navalny
Si parla di 2'600 ammanettati, il suo selfie sui social: «Scusate, ma la luce nella camionetta è pessima»
AUSTRIA
13 ore
In Tirolo, fra le funivie, salta fuori la variante sudafricana
Contagi fra il personale degli impianti di risalita. Nel Land anche casi di britannica, domenica tamponi a tappeto
CUBA
15 ore
La Sudafricana sbarca nei Caraibi
Cuba e Panama hanno rilevato ieri i primi casi della variante.
MONDO
16.10.2020 - 18:420

L'anno del vaccino sarà il 2021

Lo sostiene l'Agenzia europea del farmaco (Ema)

ROMA - L'attesa del vaccino contro il Covid è spasmodica. Ma, nonostante il lavoro senza sosta degli scienziati e i miliardi investiti, l'antidoto non è una pozione magica e i tempi non possono essere forzati.

Lo conferma l'Agenzia europea del farmaco (Ema) che indica nella primavera del prossimo anno l'arrivo del vaccino definendo «impossibile» la disponibilità entro il 2020.

«Pensiamo e speriamo che le prime dosi importanti per le popolazioni a rischio potrebbero arrivare nella primavera del 2021 con un inizio di vaccinazione importante», ha spiegato il direttore esecutivo dell'Ema Guido Rasi, aggiungendo che da quel momento «la disponibilità di dosi andrà aumentando molto rapidamente dopo l'approvazione e, se siamo fortunati, molti di quelli che vorranno essere vaccinati potrebbero esserlo per l'estate del 2021».

Ma la somministrazione del vaccino non significherà un'immediata uscita dall'epidemia né un allentamento nell'uso della mascherina e del distanziamento: «Sarà solo l'inizio della fine della pandemia, non la fine - ha aggiunto Rasi - significa che solo dopo un anno che avremo a disposizione il vaccino vedremo la pandemia diminuire in maniera importante. E da quando sarà inoculato alle prime fasce di popolazione previste ci vorranno almeno sei mesi per vedere l'efficacia e la resa nella pratica reale, quante persone rispondono al vaccino, quanto è intenso e quanto dura».

Rasi ha anche sottolineato che probabilmente ci saranno più vaccini: «già due in fase di pre-osservazione, e probabilmente la prossima settimana ne arriverà un terzo. Se va tutto bene, nei primi mesi del 2021 potrebbero esserci tre vaccini approvati dall'Ema. Però tutto deve andare bene, ogni piccolo intoppo è dietro l'angolo».

Ed è proprio di oggi la comunicazione della casa farmaceutica Pfizer che prevede per la terza settimana di novembre di chiedere l'autorizzazione per il suo vaccino anti-Covid. L'azienda è pronta a sollecitare la procedura di emergenza alla Fda statunitense se i dati della sperimentazione di questo mese saranno positivi.

Intanto l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nell'ultimo aggiornamento della tabella sulla sperimentazione dei vaccini in tutto il mondo (15 ottobre) elenca 42 vaccini candidati in fase clinica, di cui 10 in fase 3i; 2 in fase 2; 11 in fase 1 / 2 e 19 in fase 1.

La ricerca e l'applicazione clinica intanto continuano anche sul versante dei farmaci con cui vengono curati i pazienti affetti da Covid ed è la stessa Ema ad affermare che «è molto vicina la possibilità di iniziare a usare gli anticorpi monoclonali, quelli che pare abbiano usato anche alla Casa Bianca».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 3 mesi fa su tio
"L'attesa del vaccino contro il Covid è spasmodica" da parte di chi? 2021 anno dell'immortalità
Giuseppe Militello 3 mesi fa su fb
Sí e sarà al gusto di vodka fragola o al limoncello. Ma per favore, scegliamoci. Per fare un vaccino valido ci vogliono degli studi sperimentali validi di non meno di un,anno. E chi nega questo vive nella realtà degli orsetti gommosi.
Dany Pellegrini 3 mesi fa su fb
Non ci sarà nessun vaccino esattamente come x la mers e la sars
Paolo Guco 3 mesi fa su fb
Ma i primi a provare il vaccino saranno i politici e giornalisti?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-24 03:53:02 | 91.208.130.86