keystone-sda.ch / STF (RUNGROJ YONGRIT)
MONDO
11.05.2020 - 15:280
Aggiornamento : 17:08

«Pechino vuole rubare le scoperte americane sul vaccino»

L'Fbi e il Dipartimento per la Sicurezza nazionale lanciano l'allarme

Gli ultimi aggiornamenti internazionali sul virus: migliorano le condizioni del premier russo. La città di Shulan, al confine tra Cina e Corea del Nord, è da ieri in lockdown.

WASHINGTON - La Cina, attraverso i suoi hacker e la sua rete di spionaggio, sta lavorando per tentare di rubare ai ricercatori americani le scoperte sul fronte del vaccino e dei trattamenti per il coronavirus. A lanciare l'allarme - riporta il New York Times - l'Fbi e il Dipartimento Usa alla sicurezza nazionale che si apprestano a emanare un avvertimento pubblico per mettere tutti in guardia dall'offensiva di Pechino.

La risposta non si è fatta attendere. «Stiamo guidando il mondo nella ricerca su trattamento e vaccini. È immorale colpire la Cina con voci e calunnie in assenza di prove». Così il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian su quanto riportato dal New York Times, secondo cui gli Usa emaneranno un avviso per accusare la Cina di voler acquisire i diritti di proprietà intellettuale sul Covid-19 e i dati sulla salute pubblica Usa in modo illegale. La Cina, aggiunge Zhao, «sostiene con forza la sicurezza informatica ed è vittima di attacchi informatici».

Previsioni drammatiche negli Usa - Secondo una previsione dell'Institute for Health Metrics and Evaluation dell'Università di Washington, il numero di morti per coronavirus negli Stati Uniti salirà a oltre 137mila unità entro i primi giorni di agosto. Per i ricercatori, l'escalation sarà legata alle riaperture e alla possibilità per gli americani di tornare a muoversi liberamente da una parte all'altra del paese.

Shulan in lockdown - La città di Shulan, nella provincia cinese di nordest di Jilin che confina con la Corea del Nord, è da ieri in condizioni di rigido lockdown a seguito degli 11 casi di infezione da Covid-19 accertati durante il weekend. In base alle norme d'emergenza, solo una persona per famiglia è autorizzata a uscire quotidianamente e ad acquistare tutti i beni di prima necessità, secondo quanto ha riportato la tv statale Cctv. Shulan è una città che attualmente conta circa 670mila abitanti.

Il premier russo sta meglio - Le condizioni del primo ministro russo Mikhail Mishustin, che è in cura per il coronavirus in una struttura medica statale, stanno migliorando. Lo ha dichiarato a Interfax l'addetto stampa del premier, Boris Belyakov. «I medici notano una dinamica positiva nelle sue condizioni», ha dichiarato Belyakov. A Mishustin è stato diagnosticato il coronavirus il 30 aprile scorso. Belyakov ha inoltre precisato che Mishustin è in contatto costante con il presidente Vladimir Putin e i membri del governo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 1 anno fa su tio
La Cina va fermata o ci metterà letteralmente in ginocchio in un paio d’anni
Gimmi 1 anno fa su tio
Ma basta!!!!Che si impegnino tutti a trovare una soluzione,per il bene di tutti!!
sedelin 1 anno fa su tio
la guerra non si fa più con le bombe.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-28 04:05:50 | 91.208.130.87