keystone-sda.ch (J. J. Guillen)
A scuola in Nuova Zelanda s'imparerà a combattere il cambiamento climatico.
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
REGNO UNITO
6 ore
Luce verde dai Comuni alla legge anti-Ue
Il progetto di Boris Johnson mira a rimettere in discussione alcuni degli impegni presi dopo la Brexit.
MONDO
7 ore
«A rischio 500'000 squali per fare il vaccino»
L'allarme arriva dall'associazione ambientalista Shark Allies, che ha lanciato una petizione
UNGHERIA
8 ore
Orban vuole la testa della vicepresidente UE
Secondo il presidente ungherese, avrebbe fatto «dichiarazioni pubbliche dispregiative» contro il suo Paese.
MONDO
8 ore
La mortalità infantile è calata del 60% negli ultimi 30 anni
Lo rivela Unicef, annunciando allo stesso tempo un aumento della povertà
ITALIA
10 ore
Il killer di Lecce ha agito perché «li vedeva troppo felici»
Lo hanno spiegato i carabinieri in una conferenza stampa odierna
ITALIA
11 ore
Leggero aumento dei casi, ma con più tamponi
Le regioni più colpite sono Campania, Lazio e Lombardia.
REGNO UNITO / BIELORUSSIA
11 ore
Il Governo britannico impone delle sanzioni contro Lukashenko
Lo ha annunciato il Ministro degli Esteri Dominic Raab
STATI UNITI
12 ore
Nick Akerman: «Evasione fiscale? Trump peggio di Nixon»
L'ex procuratore del Watergate sostiene che Trump potrebbe essere processato
KUWAIT
12 ore
È morto l'emiro del Kuwait
Aveva 91 anni. Nel luglio scorso era stato trasferito negli Stati Uniti per essere curato.
STATI UNITI
12 ore
SpaceX, 4 astronauti in partenza ad Halloween
Slittata di una settimana la partenza per la Stazione Spaziale, a causa del traffico in orbita
PARIGI
13 ore
Tutte le bugie dell'attentatore di Parigi
Dall'età al nome, fino al percorso che l'ha portato in Francia (passando anche dall'Italia)
SHANGHAI
14 ore
Lei ci ha "spiati" per mesi e mesi
Covid-19: Ambra Schillirò, giornalista e imprenditrice che vive in Cina, è ospite di piazzaticino.ch
MONDO
14.01.2020 - 06:000

Gli alunni vanno a lezione di "cambiamento climatico"

Un testo didattico sta per essere introdotto nelle classi in Nuova Zelanda, e non è un caso che un'icona come Greta Thunberg arrivi dalla Svezia

WELLINGTON - Il cambiamento climatico entra nelle scuole neozelandesi come materia di studio. Domenica James Shaw, il ministro neozelandese che si occupa di questa cruciale tematica, e il collega dell'Istruzione Chris Hipkins hanno annunciato che testi, video e linee guida per i docenti saranno prossimamente introdotti negli istituti.

Si tratta, riferisce il sito locale Stuff, dell'ampliamento su scala nazionale di un progetto pilota che aveva avuto luogo in un istituto di Christchurch nel 2018. Hipkins ha spiegato che "Climate Change - prepare today, live well tomorrow" ("Cambiamento climatico - preparati oggi, vivi meglio domani") aiuterà gli allievi a capire meglio l'effetto dei mutamenti del clima a livello locale, ma anche nazionale e internazionale.

Anche la Nuova Zelanda è stata interessata, come il resto del mondo, da manifestazioni di piazza nelle quali ragazzi e ragazze hanno chiesto al governo d'intervenire per contrastare le conseguenze del cambiamento climatico. «I giovani ci hanno mostrato quanto è importante per loro questo argomento e c'è molto interesse nello sviluppo» di questa risorsa didattica, ha aggiunto Hipkins.

Cosa impareranno gli allievi - In cosa consiste questo prontuario che presto sarà a disposizione degli allievi? Il ministro spiega che illustrerà il ruolo che la scienza gioca nel comprendere il cambiamento climatico, «aiuta la comprensione sia dell'impatto che di come rispondere ed esplora opportunità per ridurre l'impatto nella vita di tutti i giorni». Come detto, nel 2018 c'è stato un progetto pilota a livello locale. Che ha avuto un impatto a livello concreto, ma anche emotivo. I piccoli allievi, ha spiegato la docente Melanie Field, «hanno visto che ci sono cose che possono fare per rallentare i mutamenti e quelli che le nazioni devono porre in atto per adattarsi a esse. Hanno visto che non è tutto perduto e c'è qualcosa che possiamo fare». Agli scolari è stata data libertà di porre in atto delle soluzioni: alcuni hanno deciso di recarsi a scuola in bici o a piedi, altri sono diventati vegetariani. 

Chi ha vissuto questa esperienza in prima persona è entusiasta che il progetto venga esteso su scala nazionale. Da quanto è stato annunciato riguarderà gli allievi di età tra i 7 e 10 anni e si unirà ad argomenti di studio come l'unità nazionale, Obiettivi di sviluppo sostenibile, economia sostenibile e benessere personale e ambientale.

Greta? Non è un caso - Ci spostiamo dall'altra parte del mondo, in Svezia. E vediamo come non sia un caso che questa sia la patria del simbolo dei giovani preoccupanti per l'ambiente, Greta Thunberg. La Nbc è andata a posare i suoi riflettori su una scuola elementare come tante, in un quartiere alla periferia della capitale di Stoccolma. Un luogo dove i piccoli allievi entrano togliendosi scarpe o stivali, sia per essere più comodi che per non sporcare il pavimento. Evitando di dover poi ricorrere a detergenti chimici per pulirlo.

Alla Orminge Skola ogni dettaglio è all'insegna della sostenibilità ambientale. Gli avanzi del pranzo non finiscono nel cestino ma in un contenitore per compost e scoprire come combattere l'accumulo di plastica nell'oceano fa parte delle normali lezioni. Non è un caso che l'ambiente sia parte integrante dei programmi scolastici fin dal 1969. E non come singola materia: entra nell'ambito della scienza e in quello dell'economia domestica, dall'asilo fino alla fine del ciclo scolastico.

Come viene vista qui Greta Thunberg, quello che oggi è uno dei personaggi più divisivi al mondo? I giovani svedesi non hanno dubbi: «È rappresentativa di questa generazione. Un sacco di ragazzi sente che bisogna cambiare, che qualcosa va modificato» ha aggiunto una docente 26enne intervistata dal media statunitense. Che nota un gap generazionale - nonostante una differenza di meno di 10 anni d'età - tra la sua e quella di Greta in termini di sensibilità e volontà di mettersi in gioco.

Keystone
Guarda le 3 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
seo56 8 mesi fa su tio
Ridicolo!!
Bayron 8 mesi fa su tio
Sempre più Gretini e ridicoli!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 04:48:25 | 91.208.130.85