keystone-sda.ch/ (Matthias Balk)
GERMANIA
20.11.2019 - 16:330

È polemica per i cimeli di Hitler ed Eva Braun all'asta

Fra un cappello a cilindro del führer e la borsetta di sua moglie c'è chi la trova «una perversa mancanza di gusto»

di Redazione
Ats ans

BERLINO - Finiranno all'asta oggi a Grasbrunn, vicino a Monaco di Baviera, i cimeli di Adolf Hitler e del suo entourage. Un cappello a cilindro di Hitler, un porta-sigari di Hermann Goering, un vestito da cocktail di Eva Braun: sono i pezzi principali in vendita nella casa d'aste Hermann Historica, riferisce l'emittente Deutschland Funk.

«Su certe cose non si può semplicemente fare affari», è stato il commento di protesta del rabbino Menachem Margolin, che ha scritto una lettera alla casa d'aste, a quanto riferisce Welt. Michael Wolffsohn, storico e figlio di una famiglia ebraica, ha condiviso la critica definendo l'idea dell'asta «una perversa mancanza di gusto».

Il responsabile della casa d'aste, Bernhard Pacher, si è difeso dicendo che «gran parte dei clienti che comprano da noi sono musei, collezioni statali e collezionisti privati che si confrontano sul tema con scrupolo».

Per Wolffsohn, invece, cimeli del genere non hanno altro valore che quello di «reliquie» e si augura che le autorità prendano sul serio l'asta «in modo che si sappia chi compra cose simili».

keystone-sda.ch/ (Matthias Balk)
Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-05 16:25:48 | 91.208.130.87