keystone-sda.ch/ (FRIEDEMANN VOGEL)
+ 27
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
8 ore
Ancora spari in un Walmart: almeno due morti, ucciso il killer
Non si conosce ancora il movente dell'aggressione nel grande magazzino di Duncan (Oklahoma)
AUSTRIA
8 ore
Anziano travolto e ucciso da una frana
L'uomo era salito su un pendio, che sovrasta la sua casa, per controllare una sorgente
FRANCIA
8 ore
Ponte crollato, trovata una seconda vittima
Si tratta dell'autista del Tir, troppo pesante, che sarebbe stato all'origine del crollo della struttura
CINA
9 ore
Hong Kong: decine di studenti sfuggiti alla polizia
Sono scappati dal PolyU calandosi con una corda da uno dei ponti di accesso al campus
GERMANIA
9 ore
Incentivi per l'elettromobilità: anche del 50%
Sono state formulate nuove misure dal governo di Angela Merkel
ITALIA
10 ore
Ruby ter, la testimone: «Berlusconi non mi palpeggiò»
Melania Tumini ha risposto in contro-esame alle domande della difesa del leader di Forza Italia
STATI UNITI
10 ore
Le sedicenti vittime di Michael Jackson presto di nuovo in tribunale?
I protagonisti del documentario-shock "Leaving Neverland" potrebbero riuscire a portare la loro querela a Jacko per pedofilia davanti a un giudice
STATI UNITI
10 ore
Testimoniare sull'impeachment? A Trump l'idea piace
Il presidente apre alla possibilità di una sua deposizione davanti alla Camera e attacca Nancy Pelosi: «La nostra pazza speaker ha suggerito una mia audizione in questa caccia alle streghe»
CINA
11 ore
Cina contro il New York Times per l'articolo sullo Xinjiang
Il giornale americano ha pubblicato documenti in cui Xi Jinping esortava a non usare «alcuna pietà» nella regione a maggioranza musulmana
STATI UNITI
12 ore
Disney+ hackerata a poche ore dal lancio: profili in vendita
Vengono proposti sul dark web per cifre che vanno dai 3 agli 11 dollari
KENYA
12 ore
Silvia Romano nelle mani di un gruppo islamista somalo
La cooperante milanese era stata rapita in Kenya lo scorso 20 novembre
ITALIA
13 ore
Dalla Russia un milione a Venezia, che torna a respirare
Il peggio sembra essere passato. Nelle prossime ore l'acqua alta supererà di poco i cento centimetri
FOTO
RUSSIA
13 ore
Mosca ha restituito le navi sequestrate all'Ucraina
Erano state prese, con l'equipaggio, lo scorso anno al largo della Crimea
EMIRATI ARABI UNITI
14 ore
Emirates ha ordinato 50 Airbus per 16 miliardi di dollari
L'annuncio della commessa è arrivato durante l'airshow di Dubai
GIORDANIA
14 ore
Marito acceca la moglie: proteste ad Amman
I manifestanti invocano leggi molto più severe nei casi di violenze domestiche
FRANCIA
15 ore
Chirurgo accusato di pedofilia: 250 le vittime potenziali
L'ex medico, 68 anni, ha esercitato la sua professione in diverse regioni della Francia fra il 1989 e il 2017
GERMANIA
09.11.2019 - 11:320
Aggiornamento : 15:25

Rose nel Muro: «Il 9 novembre è un giorno fatidico della storia»

Steinmeier ha accolto i presidenti di Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria ricordando il grande contributo dato dai Paesi dell'Est nella Caduta del muro

BERLINO - Il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier ha accolto a Palazzo Bellevue a Berlino la presidente della Slovacchia Zuzana Caputova, quello della Repubblica Ceca Milos Zeman, il polacco Andrzej Duda e l'ungherese Janos Ader, riferisce l'agenzia Dpa. Le cerimonie, oltre che presso il Memoriale del Muro, si svolgono anche al vicino "Monumento-Visegrad" che ricorda il contributo dato dai quattro Paesi dell'Europa orientale alla caduta del muro di Berlino.

Rose nel muro - I cinque leader hanno infilato una rosa ciascuno in una fessura orizzontale di una barriera di cemento - lunga decina di metri - del Memoriale del Muro di Berlino durante le cerimonie per i 30 anni della sua caduta. Il gesto è stato imitato dagli altri partecipanti alla cerimonia, tra cui la cancelliera Angela Merkel, il presidente del parlamento tedesco Wolfgang Schaeuble e tantissimi giovani tedeschi, nati dopo la riunificazione. Il Memoriale, situato lungo la Bernauer Strasse (vedi box sotto), conserva impianti di confine con tutte le loro installazioni, compresa la striscia della morte, oltre a 212 metri della barriera di cemento che divise Berlino e il mondo per 28 anni. Steinmeier stasera terrà un discorso davanti a Porta di Brandeburgo dove, dalle 18, si tiene lo spettacolo per il trentennale della caduta del Muro, segnala la Dpa. Al Memoriale le celebrazioni hanno incluso messaggi letti da giovani dei quattro paesi dell'est in cui fra l'altro è stato sottolineato che ora c'è libertà di movimento in Europa.

Merkel: «Paesi dell'Est modelli» - «La rivoluzione pacifica nella DDR ha modelli coraggiosi»: lo ha detto oggi la Angela Merkel parlando alla Cappella della riconciliazione, riferendosi ai Paesi dell'Est, i cui capi di Stato sono presenti alle commemorazioni per la caduta del Muro 30 anni fa. Merkel ha citato i «primi successi democratici» di Solidarnosc per la Polonia, la "Charta 77" per l'allora Cecoslovacchia e l'apertura nella "Cortina di ferro" attuata dall'Ungheria. La cancelliera ha rievocato anche le «catene umane più lunghe della Storia» che furono organizzate «per l'indipendenza» nei tre Stati baltici.

«9 novembre, giorno fatidico della storia tedesca» - «Il 9 novembre è un giorno fatidico della storia tedesca». Oltre alla caduta del Muro, «oggi ricordiamo anche le vittime dei pogrom di novembre dell'anno 1938», «i crimini che furono perpetrati nella notte tra il 9 e il 10 novembre» ai danni «di persone ebree e quello che seguì fu il crimine contro l'umanità e il crollo della civiltà rappresentato dalla Shoa», ha continuato la cancelliera aggiungendo che «il 9 novembre, in cui in maniera particolare si riflettono i momenti terribili e quelli felici della nostra Storia, ci ammonisce che dobbiamo contrastare in modo deciso odio, razzismo e antisemitismo. Ci esorta a fare tutto quello che è in nostro potere per difendere dignità umana e stato di diritto». Merkel ha anche detto che «troppe persone furono vittima della dittatura della Sed», il partito comunista della Ddr, e «non le dimenticheremo mai». «Ricordo le persone che furono uccise su questo Muro perché cercavano la libertà" e "i 75 mila esseri umani che furono incarcerati per 'fuga dalla Repubblica'», ha aggiunto la cancelliera.

La via delle finestre murate - Si svolgono sulla Bernauer Strasse, la via di Berlino dove sorge il Memoriale del Muro, le commemorazioni di stamattina per il trentennale della sua caduta: un «simbolo particolarmente forte della disumanità» della barriera, ricorda il sito ufficiale della capitale tedesca.

Le case al lato sud della strada si trovavano infatti nel settore sovietico, mentre i marciapiedi già nel settore francese: quando nell'agosto 1961 le truppe di frontiera murarono le finestre dei piani terra delle abitazioni, molte persone cercarono di fuggire all'ovest gettandosi dalle finestre dei piani superiori. Le immagini di questi avvenimenti circolarono in tutto il mondo.

Bernauer Strasse è l'unico luogo a Berlino in cui è rimasta una sezione degli impianti di confine con tutte le sue installazioni e i suoi elementi di sbarramento, con il muro di confine, la striscia della morte, la strada dei pattugliamenti, i lampioni arcuati ed il muro posteriore.

Quest'area apparteneva allora al cimitero della comunità della Sophienkirche. Con la costruzione del muro nel 1961 le tombe vennero eliminate e i defunti sepolti in altri luoghi. Come particolare testimonianza storica la striscia di confine tra Ackerstrasse e Bergstrasse è stata messa sotto protezione come monumento per una lunghezza di 212 metri, il 2 ottobre.

keystone-sda.ch/ (FRIEDEMANN VOGEL)
Guarda tutte le 31 immagini
Commenti
 
Spirito1 1 sett fa su tio
Poveri comunisti... Ancora gli rode e non riescono ad accettare i fatti... siete 4 gatti con il fegato pieno di bile... patetici
miba 1 sett fa su tio
@Spirito1 Grazie per illuminarci sempre con le tue immense cazzate. Te l'ho già scritto in un altro post un paio di giorni fa: leggi, informati, istruisciti così eviti di fare figuracce pubblicamente nei blog. A parte il fatto che forse non ti sei ancora accorto che l'URSS non c'è più non bisogna certo essere comunista per informarsi oggettivamente sui fatti storici così come avvenuti. Poi ci sono naturalmente i pecoroni come te che piuttosto di leggere/informarsi prediligono schiacciare i tasti della tastiera senza accertarsi che il cervello sia collegato alle dita. È questo che mi rode, non i comunisti....
centauro 1 sett fa su tio
@Spirito1 Ma adesso sono un club elitario e vestono in giacca e cravatta rigorosamente griffati.......ma dicono di essere sempre dalla parte dei più deboli!
Mattiatr 1 sett fa su tio
@Spirito1 Berlusconi è passato di moda già da qualche anno, possiamo permetterci di tornare seri e di evitare queste ridicole prese di posizione (mi ritengo pienamente contrario a comunismo e a statalismi ridicoli)
miba 1 sett fa su tio
Concordo in pieno con Bonnie Brega (facebook). Andate a leggervi cos'è successo a Yalta, gli accordi di Maastricht, che Truman non ha rispettato quello che Rooswelt aveva proclamato, che se Stalin, al contrario degli USA, non avesse rispettato gli accordi presi sarebbe arrivato tranquillamente fino a Parigi, che la vecchia URSS ha avuto un invasione e la guerra in casa e che era economicamente distrutta, al contrario degli USA per cui la guerra fuori di casa propria è stato per contro un ottimo business, ecc ecc ecc ecc ecc...........
Mattiatr 1 sett fa su tio
@miba Gli americani nel '900 ne hanno combinate di tutte le cromature, invadendo, distruggendo paesi e governi stabili. Questo per il semplice fatto che erano talmente stabili, da sovrastarne il dominio regionale. Imponendo un sistema, che per quanto possa essere funzionante, è sempre imposto. Diciamo che non è così assurdo pensare che gli USA puntassero a un globo a dominio diretto americano. Diciamo aggiungendo un qualche stato alla loro unione. (L'Europa agli europei, l'America agli americani).¶ In fine l'economia sovietica era instabile e sbilanciata. Le statalizzazioni e la produzione bellica come unico obbiettivo non hanno giovato al popolo, e alla nazione. Senza poi chiamare in causa il terrorismo imposto dal partito ecc.
Vinnie Brega 1 sett fa su fb
Avanti con la propaganda occidentale ancora 30 anni dopo
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 02:17:26 | 91.208.130.85