Jacopo B
I disordini nelle strade di Santiago
+3
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI
41 min
Facebook, 10 milioni per la giustizia razziale
La compagnia si unisce alle altre del settore hi-tech schierate a sostegno della comunità afroamericana
STATI UNITI
49 min
Un morto durante le proteste in Kentucky
Il camionista che ha guidato contro la folla a Minneapolis è stato picchiato dai manifestanti e salvato dagli agenti
REGNO UNITO
1 ora
Assange sta così male che non è riuscito nemmeno a fare una videochiamata con il tribunale
L'ideatore di WikiLeaks ancora in condizioni precarie di salute a settembre si deciderà per l'estradizione
FRANCIA
1 ora
Precipita per 700 metri sul Monte Bianco: morta giovane promessa del freeride
La dinamica dell'incidente è ancora tutta da ricostruire. «Miracolato» un amico che era con lui.
STATI UNITI
2 ore
Il figlio di George Floyd chiede che le proteste siano pacifiche
Quincy Mason Floyd dice di essere «toccato dall'affetto» ma invoca lo stop immediato delle violenze
GIAPPONE
3 ore
I profitti aziendali crollano del 32%
Tra i comparti più penalizzati il settore dei trasporti e l'industria dell'auto
AUSTRALIA
4 ore
«I complottisti social? Ispirati dai pro-Trump»
Lo sostiene uno studio realizzato dalla Queensland University of Technology
TURCHIA
4 ore
Oggi al via la fase 3
Tra i luoghi più simbolici e frequentati che torneranno ad accogliere i visitatori c'è anche il Gran Bazar di Istanbul
NEW YORK
5 ore
Addio a Christo, l'artista impacchettatore. Venne anche a Lugano
La sua opera più famosa: la passerella sul lago di Iseo. Nel 2006 Lugano lo celebrò con una mostra
BELGIO
6 ore
Contagiato dopo un party, il Principe fa mea culpa
Joachim, nipote di Re Filippo, ha partecipato di nascosto a una festa in Spagna
FOTO
EL SALVADOR
6 ore
Amanda si abbatte su El Salvador, almeno 11 morti
La tempesta tropicale si sta ora spostando in direzione del Guatemala.
STATI UNITI
6 ore
Proteste e lacrimogeni davanti alla Casa Bianca
Nonostante la notte di coprifuoco, i disordini sono continuati. Anche davanti alla residenza del presidente.
ITALIA
17 ore
Scontro tra esperti: «Il Covid non esiste più». La replica: «Il virus circola ancora»
Le dichiarazioni del primario del San Raffaele di Milano suscitano scalpore: «Torniamo alla vita normale»
STATI UNITI
19 ore
Minneapolis: per il legale famiglia è omicidio premeditato
Secondo l'avvocato l'agente aveva l'intenzione di uccidere
ITALIA
21 ore
Coronavirus: in Lombardia 210 nuovi casi, in calo i decessi
Sono 33 le vittime nelle ultime 24 ore. Ieri erano state 67
STATI UNITI
22 ore
Crew Dragon si è agganciata alla Stazione Spaziale
L'aggancio è avvenuto alle 16.16, con un anticipo di tre minuti, e tutto è andato come previsto
STATI UNITI
22 ore
Minneapolis: trovato un corpo vicino a un'auto bruciata
Proseguono le azioni di protesta e denuncia in seguito alla morte dell'afroamericano George Floyd
VIDEO
STATI UNITI
1 gior
New York: SUV della polizia contro i manifestanti
Secondo il sindaco della città, gli agenti potrebbero non aver avuto altra scelta.
MONDO
1 gior
Coronavirus: superati i 6 milioni di casi nel mondo
Gli Stati Uniti continuano a essere il Paese più colpito per numero assoluto di contagi.
ITALIA
1 gior
Fontana: «I dati sono positivi, ma non è finita»
Il presidente della Regione Lombardia ha sottolineato che «bisogna ancora stare attenti».
STATI UNITI
1 gior
Le proteste reclamano un'altra vittima
Una persona è rimasta uccisa nei disordini a Indianapolis. Coprifuoco in 16 Stati.
STATI UNITI
1 gior
Dopo il forfait di Merkel, Trump rinvia il G7
Si terrà più tardi nel corso dell'anno e il presidente americano vuole partecipi anche la Russia. In funzione anti Cina.
FOTO
STATI UNITI
1 gior
Lanciata Crew Dragon, Gli Usa riportano gli uomini in orbita
La capsula sta portando verso la Stazione Spaziale i veterani della Nasa Doug Hurley e Bob Behnken
FOTOGALLERY
STATI UNITI
1 gior
Afroamericano morto, la protesta infiamma l'America
Oltre agli incendi e gli arresti ci sono anche due morti, un agente e un giovane di 19 anni
ITALIA
1 gior
In Lombardia calano i contagi ma aumentano i morti
I casi in più sono 221. I decessi invece 67
STATI UNITI
1 gior
Trump: i «cani più feroci» aspettavano i manifestanti
È quanto twitta il presidente USA dopo gli eventi di ieri sera davanti alla Casa Bianca
CHIASSO/ SANTIAGO
07.11.2019 - 23:000
Aggiornamento : 08.11.2019 - 08:32

«Situazione gravissima, qui si arriva a pagare il pane a rate»

Jacopo B., 24enne ticinese, studente di architettura, è testimone delle proteste in corso in Cile. Nei suoi racconti, violenza a non finire e tanta disperazione

CHIASSO/ SANTIAGO - Si chiama Jacopo B., ha 24 anni ed è di Chiasso. Da due mesi si è temporaneamente trasferito a Santiago del Cile per uno stage pratico nell’ambito dei suoi studi di architettura. Vive a 3 minuti a piedi da Plaza Italia, centro nevralgico delle proteste in corso attualmente nel Paese sudamericano. Jacopo, dal suo osservatorio “privilegiato”, racconta quanto sta accadendo nella capitale cilena. «Fa ormai parte della mia quotidianità ritrovarsi nel mezzo di scene di guerriglia urbana abbastanza forti».

Hai paura?
Io e i miei coinquilini cerchiamo di uscire il meno possibile di casa, in quanto la situazione, anche se può sembrare tranquilla, può degenerare da un momento all’altro. 

Da giovane svizzero sei riuscito a darti una spiegazione di ciò che sta accadendo?
Ciò che sta succedendo in Cile, fondamentalmente, è che il rincaro dei prezzi del metro ha mosso qualcosa, inizialmente negli studenti, che è poi esploso in un malessere generale represso da quando nel 1980 è stata scritta la nuova costituzione.

Cosa c’è alla base?
La vita è troppo cara e colpisce tutte le classi sociali. Ultimamente la situazione è diventata insostenibile. Basti pensare che se vai al supermercato puoi pagare a rate il pane. Questo fa capire che la gente non ha più nulla da spendere.

Da lunedì 14 ottobre la tensione pare cresciuta…
Tutte le metropolitane erano sorvegliate dai “carabineiros”, i poliziotti antisommossa. Solo il venerdì 18, però, la situazione è degenerata. Il Cile è abituato a proteste di questo tipo, ma non con questa durata. Nelle piazze della capitale ha iniziato a riversarsi tutto il popolo. Studenti, anziani, bambini, donne incinta, padri di famiglia, giovani, lavoratori… Al grido di “Chile despertó” (Il Cile si è svegliato). 

Qual è l’aspetto che più ti impressiona?
Ciò che più mi ha colpito è che quella che è iniziata come una protesta studentesca è subito diventata una lotta di un popolo intero. Fino al giorno dopo nessuno poteva immaginare si delineasse una situazione così seria. Nel corso di appena 24 ore da una protesta “abituale” si è arrivati a una violenza impressionante, che arrivava da più parti.

Il popolo ha cominciato così a saccheggiare e bruciare svariate attività, iniziando da banche e grandi supermercati per poi arrivare a negozi più piccoli.
In diversi quartieri si registra uno stato di distruzione quasi totale, il che fa pensare che il problema più grande non è il presente, bensì il futuro. Solo vicino a casa mia, nel raggio di un centinaio di metri, sono stati bruciati o saccheggiati due farmacie, un gommista, un hotel, due banche, tre minimarket, un benzinaio, un cantiere, quattro fast food di grandi catene e altri esercizi. Una parte della popolazione ha dunque iniziato a difendersi da sola da quello che sembrerebbe puro terrorismo, vigilando il quartiere anche di notte nonostante il coprifuoco, in seguito ritirato.

Una situazione terribile, dunque.  
Mi ha impressionato inoltre che nella strada laterale alla mia, sono stati incendiati ben cinque bus uno di fianco all’altro. Questo fa capire quanto il popolo sia arrabbiato. Tuttavia la maggior parte della popolazione continua a condurre le proteste in modo pacifico, organizzando barricate e falò in mezzo alle strade, ballando, cantando e suonando intorno a questi ostacoli improvvisati che hanno il compito di bloccare l’intervento delle forze dell’ordine. Nonostante questo stato di rivolta totale, il popolo aiuta sempre l’intervento dei pompieri o del personale sanitario, rimuovendo all’istante le barricate in modo da permettere la circolazione di questi mezzi. Se ne deduce che lotta è solo tra la popolazione e lo Stato, che nelle strade è rappresentato dalle forze dell’ordine.

Vedere tutti i giorni queste scene che effetto fa?
Ho la fortuna di vivere in un quartiere simbolo delle proteste, che resta quindi costantemente sotto i riflettori nazionali e internazionali. Infatti nelle aree più povere la situazione è ancora più grave. Intorno a Plaza Italia non si vedranno mai, per il momento, le stesse scene che si vedono in altre zone. Più povertà si traduce in manifestazioni più violente. Devo dire che negli ultimi giorni la situazione sì è leggermente calmata.

Perché?
Questo è dovuto a diversi fattori. Innanzitutto al ritiro delle forze militari dalle strade. Il ricordo della dittatura è ancora ben ancorato nella gente e il fatto che il presidente abbia schierato i militi in strada e messo il coprifuoco, ha fatto riemergere nella gente la paura che potesse ritornare la stessa situazione. 

E poi?
Un altro fattore sta nell’arrivo degli esponenti dell’ONU e delle organizzazioni dei diritti umani. Questo ha portato a un tentativo di “nascondere la polvere sotto il tappeto” da parte del Governo, tradotto in un minor utilizzo della violenza, mentre esponenti dei gruppi di estrema destra e sostenitori del neo-liberalismo e del presidente Piñera provano invano a ripulire muri e strade della città, per cercare di fare apparire la situazione meno grave di quella che è. 

 Jacopo B
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Sarah Saretta 6 mesi fa su fb
Ana Karina
Lucinda Maurino 6 mesi fa su fb
😥❤
Afram Issa 6 mesi fa su fb
Siamo lì.....
Massimo Monzani 6 mesi fa su fb
Buongiorno , vi scrivo dal Chile pure io . Paese in cui c’ho vissuto in panta stabile per anni . Qui si paga “ en cuotas “ qualsiasi cosa . É sufficiente selezionare detta voce dal pos con in quale di paga , e non necessariamente perché non si hanno i soldi ma poiché fino a 3 rate é senza interessi e qui si usa così . É un po’ come da noi che si ora de l’auto i. Leasing perché i tassi sono bassi Ora vanno bene i titoli sensaZionale ma ...si perde credibilità Saluti
Cinzia Chezzi 6 mesi fa su fb
Massimo Monzani ciao. Io vivo in Brasile. Qui é até 10 vezes (fino a 10 rate). Al supermercato sempre 2 domande ti fanno alla cassa: debito o credito? Se scegli credito puoi parcellare. Pero' se paghi debito, quindi a vista, molti posti ti danno il 10% di sconto. Saluti e buona fortuna. Per ora qua in Brasile si sta benone.
Massimo Monzani 6 mesi fa su fb
Cinzia Chezzi gentile Cinzia , qui non ti applicano nessuno sconto se paghi tutto e subito ....
Maida Vale 6 mesi fa su fb
Alessandro Chiarelli hai deciso se partite?
Alessandro Chiarelli 6 mesi fa su fb
Maida Vale sì
Anna Bogialli 6 mesi fa su fb
🙏🏼😞
Joelle Piffe 6 mesi fa su fb
Qua si pagano beni di lusso a rate. Beni non necessari per forza sopra gli standard. Il popolo cileno paga a rate per sopravvivere. 🙏
Cinzia Chezzi 6 mesi fa su fb
Joelle Piffe anche in Brasile. Addirittura l'uovo di Pasqua per il figlio si compra a rate.
Nicole Di Marino Minazzoli 6 mesi fa su fb
Caroline Thio Alessia Hässig...
Moreno Rubbi 6 mesi fa su fb
Anche in Svizzera se i politici non fanno niente contro le casse malati , si arriva a pagare il pane a rate...
Paolo Longoni 6 mesi fa su fb
Moreno Rubbi si, insomma la stessa cosa. 🤦‍♂️
Klime Jakimov 6 mesi fa su fb
Più che in Svizzera direi in Ticino!
Moreno Rubbi 6 mesi fa su fb
Paolo Longoni le metafore mi sa che a scuola non le hai imparate!
Paolo Longoni 6 mesi fa su fb
Le metafore sono un’altra cosa, se l’italiano non é un opinione. Questo é benaltrismo. https://it.wikipedia.org/wiki/Metafora https://it.wikipedia.org/wiki/Benaltrismo Ciao ignoranza.
Moreno Rubbi 6 mesi fa su fb
Paolo Longoni 👍👍
Yukti Mandakini 6 mesi fa su fb
Paolo Longoni beh in assistenza a 1900 fr non siamo lontani fai un pasto al giorno .... poi grazie al cielo c’è l’assistenza ..
Nunzia Conte Iorio 6 mesi fa su fb
Moreno Rubbi carta manor
Nunzia Conte Iorio 6 mesi fa su fb
Nunzia Conte Iorio 6 mesi fa su fb
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-01 15:12:52 | 91.208.130.87