keystone-sda.ch/ (ANGELO CARCONI)
Dal Vaticano assicurano: non c'è nessun rischio di crollo finanziario.
VATICANO
22.10.2019 - 09:020

«La Santa Sede non farà crac»

Respinte le indiscrezioni secondo cui il Vaticano è a rischio crollo

CITTÀ DEL VATICANO - «I soldi dell'Obolo di San Pietro usati per operazioni finanziarie? Non mi risulta. La segreteria di Stato ha in dote risorse di diversa provenienza, non soltanto quelle della carità del Papa le quali, per volere di Francesco, devono essere usate solo e soltanto per opere di bene. Non credo sia stato fatto diversamente». A dirlo, in un'intervista al quotidiano italiano Repubblica, è il cardinale honduregno Oscar Rodriguez Maradiaga, uno dei consiglieri del Papa nel C6.

«Dire poi che il Vaticano è a rischio default - aggiunge Maradiaga - è falso. La segreteria di Stato, fra l'altro, amministra anche le spese delle nunziature apostoliche. Gli ingressi economici di cui dispone vengono da più parti, non soltanto dall'Obolo. Ci sono, poi, le entrate dei musei vaticani che aiutano tutta la Santa Sede. A me sembra più che altro sia in atto una strategia di screditamento precisa».

«Vogliono colpire il papato - spiega - prima dipingendo una Chiesa dove sono per la maggior parte pedofili, adesso mostrando una noncuranza economica. Ma non è così. Anche la vicenda che ha portato alle dimissioni del comandante della gendarmeria Domenico Giani merita approfondimenti diversi dai titoli di giornale».
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 22:51:09 | 91.208.130.85