keystone-sda.ch/STF (Evan Vucci)
+ 3
STATI UNITI
11.09.2019 - 14:550
Aggiornamento : 17:12

11/9: un minuto di silenzio alla Casa Bianca. Trump: «Colpiremo duro chi ci attacca»

Il momento di raccoglimento nello stesso orario in cui furono colpite le Torri Gemelle, le 14.40 in Svizzera

WASHINGTON - Donald Trump e la first lady Melania hanno osservato un minuto di silenzio nel giardino della Casa Bianca per ricordare le vittime degli attentati dell'11 settembre, nello stesso orario in cui furono colpite le Torri Gemelle (8.40 locali, le 14.40 in Svizzera).

La coppia presidenziale parteciperà più tardi ad una cerimonia al memoriale del Pentagono che ricorda le persone rimaste uccise nell'attacco alla sede della difesa Usa.

Il presidente e Melania (vestita di nero) sono usciti dalla Casa Bianca e hanno raggiunto il punto della cerimonia tenendosi per mano, dopo l'inno americano. Quindi è stato il turno della banda presidenziale. Enorme la folla che si è radunata nel South Lawn.

Intervenendo al Pentagono, Donald Trump ha giustificato la cancellazione dei negoziati di pace con i talebani dopo gli attentati con cui «volevano mostrare la loro forza».

«Invece hanno mostrato la loro debolezza e negli ultimi 4 giorni abbiamo colpito il nemico come mai prima», ha detto, promettendo una risposta senza precedenti a chiunque attaccherà gli Usa.

Obama: «Riflettere su spirito di unità e solidarietà - «Mentre ricordiamo le vittime dell'11/9, ricordiamo anche lo spirito di unità e solidarietà che definì le settimane e i mesi successivi. In questo giorno di cerimonie, rifletterò su tutti coloro che ancora lavorano per abbracciare quello spirito, oggi e ogni giorno»: lo ha twittato Barack Obama.

Anche la Nato ricorda - Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha reso omaggio oggi al quartier generale dell'Alleanza a Bruxelles alle vittime degli attacchi dell'11 settembre 2001 con una cerimonia.

«L'11 settembre è stato un attacco contro gli Stati Uniti, ma è stato anche un attacco contro tutti gli alleati della Nato», ha detto Stoltenberg, ricordando che «per la prima e unica volta nella storia della Nato, è stata invocata la clausola di difesa collettiva, l'Articolo 5. Uno per tutti e tutti per uno».

«L'Europa e il Nord America devono continuare a stare insieme adesso così come eravamo insieme l'11 settembre, uniti nel nostro impegno a proteggere il nostro popolo e i nostri valori», ha aggiunto Stoltenberg.
 


 
 

keystone-sda.ch/STF (Evan Vucci)
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
Hugh Norsa Damus 1 sett fa su fb
quello dovrebbe osservare 365 giorni all’anno il silenzio
Roberto Giannazzo 1 sett fa su fb
Incredibile sta storia davvero brutta
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 05:39:37 | 91.208.130.85