Keystone
AUSTRALIA
03.09.2019 - 11:060

I medici australiani dichiarano il cambiamento climatico un'emergenza sanitaria

L'Australian Medical Association prevede un «aumento dei tassi di mortalità» e il «peggioramento della salute mentale»

NEDLANDS - Il cambiamento climatico è «un'emergenza sanitaria» e ci sono «chiare evidenze scientifiche che indicano impatti gravi per i nostri pazienti e per le comunità, ora e nel futuro», con un aumento dei tassi di mortalità e peggioramento della salute mentale. È quanto ha dichiarato l'Australian Medical Association, la maggiore associazione dei medici in Australia.

La presa di posizione, presentata in una mozione del consiglio federale dell'organizzazione, è in linea con le posizioni assunte già lo scorso anno dall'American Medical Association, dalla British Medical Association e da Doctors for the Environment Australia.

"Il cambiamento climatico è reale e avrà le prime e più gravi conseguenze sulla salute di popolazioni vulnerabili attorno al mondo, compresa l'Australia e la regione del Pacifico", dichiara la mozione, che chiede al governo federale di promuovere una transizione attiva dai combustibili fossili all'energia rinnovabile, adottare obiettivi di mitigazione, promuovere i benefici alla salute dell'affrontare il cambiamento climatico e sviluppare una strategia nazionale su salute e cambiamento climatico.

Gli ultimi dati ufficiali pubblicati giorni fa confermano che le emissioni di gas serra continuano a crescere in Australia. Le emissioni nazionali sono aumentate di 3,1 milioni di tonnellate nei 12 mesi fino a marzo scorso raggiungendo 538,9 milioni di tonnellate, un balzo dello 0,6% rispetto ai 12 mesi precedenti.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Bayron 9 mesi fa su tio
Ci mancava anche questa... se ognuno facesse il proprio lavoro... il mondo sarebbe un posto migliore..
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-01 19:19:51 | 91.208.130.86