Keystone
L'obiettivo era la Grande Mela.
STATI UNITI
24.08.2019 - 16:550

«Sì, volevamo mettere delle bombe a New York»

Arrestate dall'FBI, due donne americane residenti nel Queens hanno confessato i loro piani. Rischiano fino a 20 anni di carcere

WASHINGTON - Due donne con cittadinanza statunitense residenti nel Queens, New York, rischiano fino a 20 anni di carcere dopo essersi dichiarate colpevoli di aver insegnato e distribuito informazioni su come realizzare e usare esplosivi e ordigni nella Grande Mela, tra il 2013 e il 2015. Lo riportano i media degli Usa. Si tratta di una 35enne e di una 31enne, arrestate durante un'operazione sotto copertura dell'FBI. Nel 2015 si erano dichiarate non colpevoli.

Secondo l'accusa, le due donne, ispirate dall'ideologia di Al-Qaida e del sedicente Stato islamico (Isis), discussero di ordigni simili a quelli usati negli attentati di Boston, ad Oklahoma City e al World Trade Center nel 1993.
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-20 05:47:19 | 91.208.130.86