KEYSTONE
I responsabili israeliani alla sicurezza hanno deciso di rafforzare la protezione attorno alle imbarcazioni israeliane, civili e militari.
ISRAELE
21.07.2019 - 09:080

Israele eleva l'allerta nelle navi

«Gli iraniani hanno avviato una campagna e noi seguiamo gli sviluppi. Questa comunque non è una nostra lotta» ha dichiarato un generale della riserva

TEL AVIV - Alla luce delle tensioni nel Golfo persico, cresciute col sequestro della petroliera britannica Stena Impero, i responsabili israeliani alla sicurezza hanno deciso di rafforzare la protezione attorno alle imbarcazioni israeliane, civili e militari. Lo afferma Haaretz secondo cui in Israele si ritiene che sia cresciuto il timore di attacchi nei loro confronti da parte di milizie vicine all'Iran.

In un'intervista alla radio militare il ministro Yoav Galant, un generale della riserva, ha affermato: «Gli iraniani hanno avviato una campagna e noi seguiamo gli sviluppi. Questa comunque - ha aggiunto - non è una nostra lotta».

Secondo Galant col sequestro della petroliera britannica gli iraniani hanno però commesso un errore tattico perché - ha affermato - la Gran Bretagna sosterrà adesso sanzioni a cui in precedenza si era opposta.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-26 09:50:08 | 91.208.130.86