keystone-sda.ch/ ()
+ 3
GIAPPONE
18.07.2019 - 12:180
Aggiornamento : 16:11

Kyoto: il numero delle vittime è destinato a salire. Il 41enne: «Crepate»

Al momento si contano 33 morti. La polizia cerca di fare chiarezza sulle generalità del presunto responsabile

KYOTO - È destinato a salire il bilancio di 33 morti dell'incendio che sarebbe stato appiccato da un 41enne all'interno di uno studio di animazione a Kyoto, mentre la polizia cerca di fare chiarezza sulle generalità del presunto responsabile. Lo riportano i medi internazionali.

L'uomo è ricoverato in ospedale con ustioni insieme ad almeno altre 28 persone, alcune delle quali definite in gravi condizioni. Non si conoscono ancora le cause del suo gesto.

All'interno dell'edificio di tre piani, con una superficie complessiva di 700 metri quadrati, sono stai trovati dei coltelli, ma non è chiaro se appartengono all'uomo.

Secondo il canale pubblico Nhk il 41enne - che non appare un dipendente della casa di produzione - avrebbe urlato frasi sconnesse agli impiegati mentre si propagavano le fiamme.

«Crepate», ha detto il 41enne mentre appiccava il fuoco - Mentre appiccava il fuoco allo studio di animazione di Kyoto l'uomo urlava «crepate». Lo ha riferito l'emittente televisiva giapponese Nhk citando dei testimoni.

Ancora non è chiaro alla polizia se il 41enne arrestato come sospetto autore del gesto sia in qualche modo connesso con la casa di produzione nipponica.

Come riferisce la Bbc, in tutto, al momento dell'incendio, si trovavano nell'edificio una settantina di persone.

keystone-sda.ch/ (180606+0900)
Guarda tutte le 7 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-08 03:24:04 | 91.208.130.85