keystone-sda.ch/ (Tino Romano)
Un ex agente del Kgb ha fatto scattare le indagini.
ITALIA
16.07.2019 - 17:370
Aggiornamento : 17.07.2019 - 09:43

Attentato a Salvini? La procura di Torino: «Nessun riscontro»

L'operazione che ha portato alla scoperta dell'arsenale è partita dalla segnalazione di un ex agente del Kgb

TORINO - Sarebbe partita da un ex agente del Kgb l'operazione che ha portato al sequestro dell'arsenale da guerra ritrovato in provincia di Pavia e nella disponibilità di un gruppo estremista di destra. La procura di Torino, che ha indagato insieme alla Digos, ha fatto sapere che effettivamente si è indagato sulla possibilità di un attentato contro il ministro dell'Interno Matteo Salvini, ma che non è stato trovato nessun riscontro in merito.

Salvini nel corso della giornata aveva dichiarato, in merito all'operazione: «L’ho segnalata io. Era una delle tante minacce di morte che mi arrivano ogni giorno». Secondo il leader leghista «i servizi segreti parlavano di un gruppo ucraino che attentava alla mia vita. Sono contento sia servito a scoprire l’arsenale di qualche demente». 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-09 11:05:22 | 91.208.130.85