Keystone
ITALIA
11.07.2019 - 19:220
Aggiornamento : 20:02

Ousseynou Sy «non vuole» il rito abbreviato

L'autista, che il 20 marzo ha tenuto in ostaggio 50 bambini e ha dato fuoco a un bus a San Donato Milanese, è accusato di strage e sequestro di persona aggravate. Rischia 20 anni di carcere

MILANO - Ha scelto di non essere processato con il rito abbreviato e quindi ha rinunciato allo sconto di un terzo della pena in caso di condanna, Ousseynou Sy, l'autista che il 20 marzo ha tenuto in ostaggio 50 bambini, due insegnanti e una bidella e ha dato fuoco al bus, a San Donato Milanese.

L'uomo, accusato di strage aggravata dalle finalità terroristiche e sequestro di persona aggravato, rischia così oltre 20 anni di carcere. Il processo inizierà il 18 settembre davanti alla Corte d'Assise di Milano.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 18:47:37 | 91.208.130.86