Keystone
ITALIA
11.07.2019 - 19:220
Aggiornamento : 20:02

Ousseynou Sy «non vuole» il rito abbreviato

L'autista, che il 20 marzo ha tenuto in ostaggio 50 bambini e ha dato fuoco a un bus a San Donato Milanese, è accusato di strage e sequestro di persona aggravate. Rischia 20 anni di carcere

MILANO - Ha scelto di non essere processato con il rito abbreviato e quindi ha rinunciato allo sconto di un terzo della pena in caso di condanna, Ousseynou Sy, l'autista che il 20 marzo ha tenuto in ostaggio 50 bambini, due insegnanti e una bidella e ha dato fuoco al bus, a San Donato Milanese.

L'uomo, accusato di strage aggravata dalle finalità terroristiche e sequestro di persona aggravato, rischia così oltre 20 anni di carcere. Il processo inizierà il 18 settembre davanti alla Corte d'Assise di Milano.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-12 20:50:34 | 91.208.130.87