Keystone
REGNO UNITO
14.06.2019 - 14:340
Aggiornamento : 16:28

Infettata due volte dall'ebola, l'infermiera Pauline diventa mamma

«C'è vita oltre Ebola», ha commentato la stessa donna, tratteggiando la sua storia come un segno di speranza «di futuro»

LONDRA - È diventata mamma di due gemelli Pauline Cafferkey, l'infermiera eroina scozzese sopravvissuta negli anni scorsi a una doppia infezione del micidiale virus Ebola contratto durante un periodo di volontariato in Africa.

L'annuncio, ripreso dai media britannici, è stato dato da Glasgow da suo marito, Robert Softley Gale, regista teatrale e attivista per i diritti dei disabili. «C'è vita oltre Ebola», ha commentato la stessa Pauline in una nota scritta, tratteggiando la sua storia come un segno di speranza «di futuro per coloro che hanno incontrato» la stessa malattia.

La donna, 43 anni, ha voluto anche ringraziare lo staff del «meraviglioso» servizio sanitario nazionale britannico (Nhs) per averla aiutata dapprima a guarire e ora a portare a termine senza problemi il parto.

Pauline Cafferkey venne contagiata da Ebola mentre si trovava in Sierra Leone nel 2014, impegnata nei soccorsi alla popolazione locale colpita dal virus. E sopravvisse una seconda volta dopo una ricaduta patita in patria, a diversi mesi di distanza dal primo ricovero e dalla prima dimissione.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-26 18:58:27 | 91.208.130.87