Keystone/Instagram
STATI UNITI
19.05.2019 - 12:340

Sopravvisse a Columbine: 37enne trovato morto in casa propria

Si esclude l'intervento di terzi. Dopo la strage era diventato dipendente da oppioidi e poi attivista contro le dipendenze

DENVER - Austin Eubanks, uno dei sopravvissuti della strage di Columbine del 1999, è stato ritrovato cadavere nella propria abitazione in Colorado. Il 37enne combatteva con la dipendenza da oppioidi fin da quando era rimasto ferito nella sparatoria che aveva fatto 13 vittime nel suo liceo. 

Il coroner della Contea di Routt, Robert Ryg, ha confermato che l'uomo è stato rinvenuto sabato durante un controllo di polizia scattato perché non rispondeva più al telefono. Si esclude l'intervento di terzi.

Austin «ha perso la battaglia contro la malattia che insegnava agli altri ad affrontare», ha dichiarato la famiglia in un comunicato diffuso da Kmgh.

Durante la sparatoria di Columbine Eubanks era stato ferito a una mano e a un ginocchio. Aveva 17 anni. Il suo migliore amico era stato ucciso sul colpo. Fin da poco dopo la strage era diventato dipendente dagli antidolorifici che prendeva per lenire il dolore. Negli anni successivi aveva combattuto contro la dipendenza da oppioidi per poi dedicarsi a tempo pieno alla sensibilizzazione su questo tema attraverso conferenze e incontri.   

 

A lezione di morte: storia di vent’anni di stragi nelle scuole
1 mese fa Denver ricade nell'incubo, un morto e otto feriti in una sparatoria
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-26 13:03:53 | 91.208.130.85