Keystone (archivio)
Zahng Jian aveva preso parte trent'anni fa, a 18 anni, al movimento studentesco democratico di piazza Tienanmen a Pechino, di cui era stato uno dei leader.
GERMANIA
10.05.2019 - 18:010

L'autopsia per fare luce sulla morte del dissidente cinese

Il 48enne, che partecipò al movimento studentesco di piazza Tienanmen, potrebbe essere stato avvelenato

MONACO - L'autorità giudiziaria tedesca dell'aeroporto di Monaco ha disposto l'autopsia sul corpo del dissidente cinese, uno dei leader di piazza Tienanmen, morto a metà aprile in un ospedale bavarese in circostanze poco chiare. Lo riporta il settimanale Der Spiegel in un'anticipazione del numero in edicola domani.

Zhang Jian è deceduto nell'ospedale di Friesing dopo essere stato stato colto da un malore durante il volo che dall'Oman lo stava portando in Francia, dove viveva da anni. Secondo alcuni dissidenti cinesi, il 48enne potrebbe essere stato avvelenato. Zahng Jian aveva preso parte trent'anni fa, a 18 anni, al movimento studentesco democratico di piazza Tienanmen a Pechino, di cui era stato uno dei leader.

La direttrice del Wei Jingsheng Foundation di Washington, Huang Ciping, è partita per Monaco per assistere ai risultati dell'autopsia. Secondo la direttrice diverse morti premature di dissidenti cinesi hanno avuto origine da avvelenamenti al fegato. Per il momento le analisi del dipartimento di medicina legale tedesco hanno permesso di stabilire che Zhang ha avuto un ascesso epatico ed è morto per le conseguenze di un'insufficienza multiorganica seguita ad avvelenamento del sangue.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-22 05:26:16 | 91.208.130.85