Keystone
RUSSIA
16.04.2019 - 11:370

La Duma apre al web “isolato” in caso d'emergenza

Ma c'è chi teme che il provvedimento potrebbe portare a un maggiore controllo sulle informazioni presenti su internet

MOSCA - La Duma ha approvato in terza e ultima lettura un controverso progetto di legge per consentire di far funzionare il web russo in condizioni di isolamento dal resto del mondo in caso di necessità.

Per le autorità russe si tratta di uno strumento di difesa in caso di attacchi cibernetici, per esempio da parte americana. Diversi osservatori ritengono però la bozza di legge un ennesimo giro di vite del Cremlino sul web. Il provvedimento permetterebbe infatti allo Stato un maggiore controllo sul flusso di informazioni online.

Si sono espressi a favore del provvedimento 307 deputati russi, mentre 68 hanno votato contro. Il documento deve ora essere approvato dal Senato e quindi sottoposto alla firma del presidente Putin.

La proposta viene presentata come una risposta alla strategia di cybersicurezza nazionale americana approvata l'anno scorso e considerata "aggressiva" da Mosca.

La bozza di legge prevede di dirigere il traffico e i dati del web russo verso nodi controllati dalle autorità statali e propone di costruire un DNS nazionale per permettere alla rete di continuare a funzionare anche nel caso in cui dovesse essere tagliato fuori dalle infrastrutture straniere.

Il progetto di legge «sulla gestione della sicurezza e la funzionalità stabile» prevede inoltre l'installazione di tecnologie in grado di identificare le fonti del traffico internet e di bloccare i contenuti proibiti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Spirito1 1 anno fa su tio
Sto paese invece di avanzare continua a retrocedere... Tra un po mettono la bandiera sovietica sul cremlino e la foto di Stalin sul comodino e sono a posto..!
seo56 1 anno fa su tio
Occhio all’inganno!! I russi sono come i socialisti... sotto.. sotto c’è sempre la fregatura
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-30 08:40:27 | 91.208.130.89