RUSSIAMosca multa Facebook, non dice dove custodisce i dati degli utenti

12.04.19 - 22:09
La sanzione è comunque poco più che simbolica: 45 franchi
Keystone (archivio)
Mosca multa Facebook, non dice dove custodisce i dati degli utenti
La sanzione è comunque poco più che simbolica: 45 franchi

MOSCA - Il tribunale Tagansky di Mosca ha inflitto a Facebook una multa di 3'000 rubli (circa 45 franchi) per non aver rivelato dove custodisce i dati degli utenti russi. Secondo la corte, Facebook ha quindi violato una controversa legge entrata in vigore nel 2015 che obbliga i social media a custodire in territorio russo i dati degli utenti russi e che, secondo i critici, rappresenta per le autorità di Mosca un modo per controllare e imbavagliare il web.

La multa inflitta a Facebook è poco più che simbolica e recentemente Twitter ha ricevuto una multa simile. Ma nel 2016 Mosca ha bloccato LinkedIn proprio per non aver conservato in Russia i dati degli utenti russi.

L'anno scorso è stato invece ordinato il blocco dell'app di messaggistica Telegram perché la società del «programmatore dissidente» Pavel Durov si è rifiutata di fornire ai servizi segreti di Mosca le chiavi per decriptare i messaggi degli utenti. Il blocco di Telegram è però fallito e la app continua ad essere popolare anche in Russia.

COMMENTI
 
patrick28 3 anni fa su tio
Putin in galera !!
seo56 3 anni fa su tio
E ci mancherebbe... grande FB
NOTIZIE PIÙ LETTE