Keystone
La legge non piace a molte associazioni mediche e per i diritti civili.
STATI UNITI
29.03.2019 - 21:320

Maxi-stretta sull'aborto in Georgia

Lo stato americano ha varato una legge che vieta l'aborto fin dal momento in cui si rivela il primo battito cardiaco del feto. Le associazioni per i diritti civili: «È incostituzionale»

WASHINGTON-  Lo stato Usa della Georgia ha dato il via libera definitivo a una maxi stretta sull'aborto, varando una legge che di fatto - accusano i critici - lo mette fuori legge, vietandolo fin dal momento in cui si rileva il primo battito cardiaco del feto. Dopo il voto dell'assemblea parlamentare, l'ultimo atto è ora la firma del governatore repubblicano Brian Kemp che sostiene il provvedimento.

L'ultima chance per contrastare la legge, che le associazioni per i diritti civili e molte associazioni mediche definiscono incostituzionale, è ora il ricorso alla Corte Suprema degli Stati Uniti, dove però i movimento pro-life spera di rimettere in discussione la storica sentenza Roe v. Wade che nel 1973 legalizzò l'aborto.

L'obiettivo è quindi quello di riaprire anche a livello federale il dibattito sulla interruzione di gravidanza. Attualmente le donne in Georgia, uno degli stati Usa più conservatori, possono abortire entro le prime 20 settimane della gravidanza, mentre un battito cardiaco può essere rilevato in un feto anche di sei settimane, prima ancora che molte donne scoprano di essere incinte.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-01 14:23:01 | 91.208.130.85