Keystone
IRAN
09.01.2019 - 11:010
Aggiornamento : 13:08

L'Iran starebbe per lanciare un satellite

Malgrado la messa in guardia degli Stati Uniti e rischierebbe così nuove sanzioni. Intanto Khamenei definisce i dirigenti Usa «idioti di prima classe»

NEW YORK - Immagini satellitari ottenute dalla Cnn suggeriscono che l'Iran si appresta a procedere con il lancio di un nuovo satellite, nonostante una messa in guardia degli Usa, secondo i quali una tale mossa potrebbe portare a nuove sanzioni americane contro la Repubblica islamica.

L'emittente americana riferisce che secondo alcuni esperti le immagini ad alta definizione registrate tra il 5 e il 7 gennaio da Planet Labs, mostrano un'attività intorno al centro spaziale iraniano 'Imam Khomeini' simile a quella che precedette un altro lancio, nel 2017.

I media iraniani hanno detto da parte loro che i preparativi sono in corso per il lancio, che dovrebbe avvenire con un missile Simorgh a due stadi.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo aveva chiesto la settimana scorsa a Teheran di non procedere con la messa in orbita del satellite e di cessare quelli che ha definito «lanci provocatori».

Il capo della diplomazia americana ha anche invitato l'Iran a porre fine ad ogni «attività legata ai missili balistici». I lanci di questi vettori sono una delle ragioni principali per le quali il presidente Donald Trump ha deciso nel maggio scorso di abbandonare l'accordo sulle attività nucleare della Repubblica islamica imponendo nuove sanzioni al Paese.

«Idioti di prima classe» - A dimostrazione del clima teso con gli Usa, la Guida suprema iraniana Ali Khamenei ha definito oggi i dirigenti statunitensi «idioti di prima classe». Parole inconsuete anche per i suoi abituali duri attacchi verbali a Washington. In un discorso tenuto nella città di Qom, sede delle principali scuole teologiche dell'Iran, Khamenei ha invitato i responsabili del governo di Teheran a «resistere di fronte alle sciocchezze e alle minacce degli Usa e degli europei».

Khamenei ha insistito dicendo che le affermazioni di certi dirigenti occidentali sono simili a quelle dei «clown», ricordando in particolare un annuncio fatto da un politico Usa sul fatto che presto gli americani avrebbero festeggiato il Natale a Teheran. La Guida suprema non ha specificato a chi si riferiva, ma nel marzo scorso, durante un incontro con il gruppo dell'opposizione Mojaheddin del Popolo, il consigliere per la Sicurezza nazionale Usa John Bolton aveva affermato: «Prima del 2019, noi che siamo qui celebreremo in Iran». «Fanno finta di essere pazzi - ha concluso Khamenei - ma in realtà sono idioti di prima classe».

Ieri anche la Ue ha varato nuove sanzioni contro il ministero dell'Intelligence di Teheran per attacchi pianificati contro oppositori iraniani avvenuti sul suolo europeo.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-18 01:58:42 | 91.208.130.87