Keystone
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
STATI UNITI / MESSICO
5 ore
Premiati i bilzo balzo rosa a cavallo del confine tra Usa e Messico
I giudici del Design of the Year ne hanno riconosciuto il valore «simbolicamente importante»
ITALIA
7 ore
Conte ha superato la prova del Senato
Il premier ha ottenuto la fiducia con 156 voti favorevoli, 140 contrari e 16 astenuti
FOTO
ITALIA
7 ore
Il museo chiude per il Covid e lui si porta a casa un Salvator Mundi
È successo in quel di Napoli, finito in manette un 36enne che teneva la copia del quadro di Leonardo in camera sua
PAESI BASSI
8 ore
Allevamenti di capre di nuovo pericolosi per la salute?
Più la fattoria è vicina, maggiore è il rischio di contrarre la malattia. Gli studiosi indagano sulle possibili cause
STATI UNITI
9 ore
Addio alla Casa Bianca: e ora cosa farà Trump?
Nel futuro l'impeachment, processi, indagini, forse la politica e molta incertezza
FOTO
CINA
9 ore
Un centro per 4'000 quarantene a tempo di record
La struttura in costruzione nella città di Shijiazhuang. Oltre 22 milioni di abitanti nello Hebei sono in lockdown
LE FOTO
GIAPPONE
10 ore
Maxi tamponamento coinvolge 130 veicoli
C'è una tempesta all'origine dell'incidente, che ha causato un morto e diversi feriti
UNIONE EUROPEA
10 ore
La proposta dell'Ue: aiuti di Stato fino al 31 dicembre
«Le aziende europee hanno bisogno di ulteriore supporto»
STATI UNITI
11 ore
Ultimo schiaffo di Trump a Pechino: «Contro gli uiguri un genocidio»
Così si è espresso il segretario di Stato americano Mike Pompeo il giorno prima della fine del suo mandato.
STATI UNITI
11 ore
Rubò il laptop di Nancy Pelosi, arrestata
La donna, secondo le indagini dell'FBI, voleva venderlo all'intelligence russa
FRANCIA
03.12.2018 - 21:490
Aggiornamento : 22:27

«Sabato facciamo sciogliere il parlamento»

Sempre tesissima la situazione a Parigi dopo che il previsto negoziato è saltato. Il prossimo weekend sono previste nuove manifestazioni

PARIGI - Situazione tesissima a Parigi, la protesta dei gilet gialli diventa esplosiva e lo spiraglio che si era aperto ieri con l'offerta di un negoziato con dieci portavoce del movimento si è subito richiuso. Minacciati dagli elementi più radicali, i "gilet gialli liberi" hanno rinunciato. Ed è cominciato così il conto alla rovescia verso un altro sabato di manifestazioni che, sulla loro pagina Facebook, i gilet gialli hanno battezzato «Atto quarto, scioglimento del parlamento».

Il presidente francese Emmanuel Macron, che ieri aveva dato disposizione al primo ministro Edouard Philippe di ricevere i gilet gialli disponibili al dialogo, ha convocato in serata una riunione d'emergenza con i principali ministri ed ha rinviato una visita all'estero, in Serbia.

Il premier sarebbe stato autorizzato dal presidente a fare «un gesto», una concessione tale da invitare i moderati al dialogo e spezzare così il fronte della protesta. Ma alcuni dei leader che aveva teso la mano - come Jacline Mouraud e Benjamin Cauchy - oggi hanno paura. Hanno ricevuto minacce di morte, anche nei confronti dei familiari. Troppa pressione, alcuni di loro hanno spiegato il rifiuto anche con il fatto che il governo non ha soddisfatto la precondizione richiesta, il congelamento dell'aumento delle tasse sul carburante.

Intanto nel paese continuano i blocchi stradali, una donna di 80 anni è morta a Marsiglia per le conseguenze di un lacrimogeno che le era piovuto in casa durante i disordini, un manifestante ferito a Tolosa si starebbe aggravando in modo irreversibile. Si inasprisce il blocco delle raffinerie e dei depositi di carburante, già sono centinaia le pompe di benzina con problemi di approvvigionamento.

Mentre continuano le accuse e le polemiche per come è stato organizzato sabato scorso l'ordine pubblico a Parigi, è partito il conto alla rovescia in vista di un nuovo appuntamento con i gilet gialli fra cinque giorni. In assenza di una soluzione politica, si teme da molte parti il ritorno al confronto più duro, quello nelle piazze.

I sindacati di polizia hanno parlato di colleghi «esausti per la tensione prolungata» ed hanno chiesto espressamente di vietare la manifestazione. Il malumore nelle forze armate per l'enorme pressione alla quale sono sottoposti poliziotti e gendarmi risale all'inizio dell'ondata di terrorismo islamico, più di 3 anni fa.

Oggi, scontri e incidenti a Parigi e Aubervilliers per cortei di studenti contro la riforma della scuola, con accenti di chiaro appoggio alla battaglia dei gilet gialli. La settimana prossima toccherebbe agli agricoltori scendere in piazza per protestare, in un crescendo che ha fatto parlare molti analisti di situazione "insurrezionale" nelTullio Giannotti, Ansa paese.

Oggi Philippe ha ricevuto i leader dei partiti rappresentati in Parlamento. Laurent Wauquiez, leader dei Républicains (destra), ha chiesto di rinunciare all'aumento delle tasse sul carburante. Una moratoria è stata anche la richiesta del socialista Olivier Faure, e pure il partito di maggioranza, La République en Marche, non è più unito. In molti chiedono gesti concreti, la sinistra radicale della France Insoumise riassume la sua visione in "cédez ou partez", cedete o andatevene. "Rispondetegli!" è stata l'esortazione al governo di Marine Le Pen (estrema destra del Rassemblement national), «prendete decisioni che calmino tutti, il governo e il presidente sono responsabili della rabbia che aumenta. E la violenza è spesso conseguenza della rabbia».

Ingrandisci l'immagine
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-20 05:50:52 | 91.208.130.85