Keystone
AUSTRIA
04.07.2018 - 13:170
Aggiornamento : 13:55

Vienna programma controlli al Brennero, ma per i summit

Non si tratta di misure prese in risposta all'accordo tedesco sui migranti, specifica il ministro dell'Interno austriaco

VIENNA - Scatteranno in luglio e in settembre dei controlli alla frontiera austro-tedesca e austro-italiana del Brennero già previsti per un periodo limitato di tempo: non si tratta di misure prese in risposta all'accordo tedesco sui migranti ma di provvedimenti pianificati da tempo con il consenso di Bruxelles, come ha specificato un portavoce del ministero degli Interni austriaco oggi a Vienna.

I controlli di frontiera - che saranno operativi dal 9 al 13 luglio e dal 17 al 21 settembre - sono stati pianificati per il mantenimento della sicurezza durante gli eventi ministeriali organizzati dalla presidenza austriaca del Consiglio europeo che si terranno a Innsbruck e a Salisburgo.

L'UE: «Seguiamo il caso, aspettiamo dettagli» -  «Stiamo seguendo la questione del Brennero da vicino, ma per ora non è stata presa nessuna decisione e quindi non possiamo dire di più in quanto non sono noti i dettagli» di eventuali controlli al confine da parte dell'Austria come effetto domino all'accordo tedesco. Così una portavoce della Commissione Ue, spiegando che in base alle regole Ue in ogni caso Vienna dovrebbe prima consultare la Commissione sull'introduzione delle misure, e in seguito notificargliele. Bruxelles deve infatti «verificarne la compatibilità con il diritto europeo».
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 01:26:01 | 91.208.130.87