Keystone
ITALIA
13.05.2018 - 18:330

Metro di Roma: dopo 7 anni apre la stazione-museo

È un unicum che però vanta a livello concettuale 'predecessori' illustri, come la stazione del Louvre a Parigi

ROMA - Avrebbe dovuto essere inaugurata nel 2011, stando alle prime previsioni. E invece ha aperto questo fine settimana la stazione San Giovanni della metro C, quasi sette anni dopo. Una linea molto attesa dai cittadini in quanto connette la terza linea metropolitana di Roma, che ha capolinea a Pantano e attraversa linearmente la periferia est della città, con la metro A, consentendo collegamenti più agili con il centro.

Molti i curiosi che, oltre a voler sperimentare i primi viaggi dalla nuova stazione, si sono soffermati a visitare l'interno della fermata metro: la prima archeo-stazione di Roma. Si tratta di unicum nel suo genere, che però vanta a livello concettuale 'predecessori' illustri tra le stazioni metropolitane internazionali. Una per tutte quella di Parigi, Louvre Rivoli, che suggerisce l'arrivo al museo del Louvre con riproduzioni di statue e reperti di arte antica. La seconda 'stazione-museo' di Roma sarà proprio quella successiva a San Giovanni e subito precedente al Colosseo: Amba Aradam.

Al momento la frequenza dei treni non è pari altre metropolitane di Roma: 12 minuti. Ma l'obiettivo è ridurla prima a otto e poi, negli anni, a quattro. La tecnologia utilizzata è quella 'senza guidatore'. Per il Codacons, che punta il dito contro il ritardo nell'apertura di San Giovanni e i costi della linea ("un miliardo in più rispetto alle spese previste"), il rischio è "quello di mega-congestioni quotidiane presso lo scambio con la linea A a San Giovanni nelle ore di punta. Per evitare disagi all'utenza è necessario incrementare la frequenza dei treni sulla linea C". Fino ad oggi circa 40 mila persone al giorno hanno utilizzato la tratta Lodi-Pantano. Con San Giovanni si stima cresceranno a 50/60 mila utenti, per poi arrivare in una seconda fase a 100 mila passeggeri.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-25 06:23:05 | 91.208.130.87