Keystone
SIRIA
08.02.2018 - 19:220

Amnesty denuncia: «Damasco usa ancora armi chimiche»

Secondo l'organizzazione umanitaria il governo siriano avrebbe attaccato la città di Saraqib con il cloro

DAMASCO - «L'uso da parte del governo siriano di armi chimiche vietate a livello internazionale è emerso ancora una volta il 4 febbraio, quando secondo le testimonianze raccolte da Amnesty International un attacco col cloro contro la città di Saraqib ha costretto 11 persone a ricevere cure d'emergenza». Lo denuncia un comunicato della stessa Amnesty.

«La Difesa civile siriana - sottolinea l'organizzazione - ha riferito che il cloro contenuto nei barili bomba sganciati dall'alto hanno causato sensazioni di soffocamento, gravi irritazioni alla pelle e agli occhi, episodi di vomito e collassi. Tra le persone colpite, anche tre volontari della Difesa civile siriana che erano accorsi sul posto per prestare i primi soccorsi».

«Ancora una volta il governo siriano ha mostrato il suo profondo disprezzo per il diritto internazionale impiegando armi chimiche illegali», ha dichiarato Lynn Malouf, direttrice di Amnesty International per le ricerche sul Medio Oriente.
 
 

Tags
amnesty
armi chimiche
armi
cloro
governo
damasco
denuncia
governo siriano
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-10-16 19:10:07 | 91.208.130.86