Keystone
STATI UNITI
14.12.2017 - 07:200

Ancora molestie: nella bufera Tavis Smiley e Russel Simmons

Pbs ha annunciato la sospensione del programma dell'omonimo conduttore, mentre il produttore si difende dalle accuse di stupro

NEW YORK - La lista delle star del piccolo schermo costrette a lasciare sulla scia delle accuse di molestie si allunga. Public Broadcasting Service (Pbs) ha annunciato la sospensione del programma 'Tavis Smiley', in seguito alle accuse mosse nei confronti dell'omonimo conduttore.

L'indagine condotta «ha rivelato accuse multiple e credibili su una condotta non in linea con i valori e gli standard di Pbs», si legge in una nota dell'azienda.

Tre donne contro Russell Simmons - Tre donne accusano il produttore discografico Russell Simmons di stupro. Lo riporta il New York Times, citando episodi avvenuti fra il 1988 e il 2014.

Simmons si difende: «Nego le accuse, che mi hanno scioccato. Tutti i miei rapporti sono consensuali. Ho enorme rispetto per il movimento delle donne a livello globale e per la sua battaglia per il rispetto, la dignità, l'uguaglianza e il potere», dice in una nota. «Non accetterò la responsabilità per qualcosa che non ho fatto. Combatterò contro chi mi dipinge come un uomo violento».

Il mese scorso Simmons si è dimesso dalle sue società dopo che la sceneggiatrice Jenny Lumet lo aveva accusato, insieme a un'altra donna, di molestie.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 11:53:41 | 91.208.130.86