LIBIA
08.08.2016 - 11:530

Invocati corridoi di sicurezza per i civili di Bengasi

TRIPOLI - L'inviato Onu per la Libia Martin Kobler ha esortato le parti in Libia a «concordare corridoi di sicurezza per permettere alle famiglie intrappolate a Bengasi di lasciare la città». In un tweet il diplomatico ha aggiunto che «la situazione umanitaria è un imperativo!».

La sicurezza a Bengasi è peggiorata nelle ultime settimane. Tra i recenti episodi di violenza a inizio agosto l'attacco contro le forze della sicurezza da parte dei miliziani legati ad al Qaida con almeno una ventina di morti.

Ieri l'ospedale di Al-Ghala ha reso noto che nel solo "mese di luglio negli scontri a Bengasi sono morti almeno 13 soldati delle forze armate libiche - legate a Khalifa Haftar - mentre altri 172 sono rimasti feriti.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-21 23:44:58 | 91.208.130.86