CINA
25.06.2016 - 15:110

«Dimezzare il consumo di carne per tutelare il clima e la salute»

L'obiettivo è fissato dalle linee guida sull'alimentazione del governo di Pechino, che sono state rese note questa settimana

PECHINO - La Cina vuole dimezzare il consumo di carne del suo miliardo e 300 milioni di cittadini, per ridurre le emissioni di gas serra e le malattie legate agli eccessi alimentari. L'obiettivo è fissato dalle linee guida sull'alimentazione del governo di Pechino, che sono state rese note questa settimana.

Il governo calcola che se il consumo di carne in Cina calasse del 50%, le emissioni di CO2 del paese calerebbero del 6%, l'1,5% delle emissioni globali. La zootecnia produce il 14,5% dei gas serra globali, la stessa quantità prodotta dai trasporti. Il consumo eccessivo di carne provoca obesità, malattie cardiache, tumori e diabete.

Per sostenere questa politica, le autorità cinesi hanno arruolato per uno spot in tv Arnold Schwarzenegger, il regista James Cameron e l'attrice Li Bingbing.

La Cina, secondo i dati forniti dal governo, consuma il 28% della carne di manzo prodotta nel mondo e la metà di quella di maiale. Dal 1978 il suo consumo di carne bovina è aumentato di sei volte.


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 04:49:09 | 91.208.130.86