Dal Mondo
07.11.2001 - 19:170
Aggiornamento : 13.10.2014 - 13:46

OFFSHORE: Il lecchese Invernizzi bissa il successo ai Mondiali

Il campione di Calolziocorte ha vinto anche la seconda prova ai Campionati che si stanno svolgendo ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi. Venerdì l’ultima

ABU DHABI (EMIRATI ARABI) – Mario Invernizzi ha concesso il bis. Il pilota di Lecco, imprenditore trentanovenne, ha infatti vinto anche la seconda prova del Campionato del Mondo di offshore classe 6 litri ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti. Il campione d'Europa 2001 e vice iridato del 2000 del Team Ceramica Panaria - Fb Corse, con il copilota di Venezia, Maurizio Darai, ha infatti dominato in maniera schiacciante la concorrenza, infliggendo al secondo arrivato, lo scafo arabo Adimsc S4 di Ahmed Ali Al Hamli e Rashid Jaber Al Hamli, un minuto e mezzo di distacco. E dire che le condizioni di mare piatto non favorivano certo il monocarena di Invernizzi, il Ceramica Panaria, scafo della Fb Design di Fabio Buzzi, con motore Seatek diesel biturbo da 8400 cc. Ma Invernizzi e Darai erano veramente scatenati e lanciati verso il secondo successo che li vede ora ad un passo dal titolo iridato della classe 6 litri. "Siamo felicissimi - ha detto Invernizzi all'arrivo -. Centrare il successo e in questo modo è davvero importante. Penso sia il frutto del lavoro fatto nei mesi scorsi sulla barca con il nuovo motore Seatek e un'elica performante. Ma non è ancora finita: ora dobbiamo pensare solo alla terza prova prima di poter festeggiare un titolo da tempo rincorso". Dietro il Ceramica Panaria sono giunti l'Adimsc S4 (Ahmed Ali Al Hamli/Rashid Jaber Al Hamli - Emirati Arabi) e l'accoppiata italo-argentina Gianfranco Zanoni e Nicolas Scioli con la Gran Argentina Junior monocarena della Fb Design motorizzato Seatek biturbo diesel 8400. Sfortunata la prova del G-1 del lecchese (abita a Brivio) Christian Rivolta e del veneziano Giovanni Carpitella costretto al ritiro per problemi meccanici a pochi giri dal via. Nella classe 2 successo bissato anche per gli arabi del Victory Team M1 di Ali Al Qama e Ali Nasser, motorizzati Bmw. L'italiano Luca Nicolini, di Oggiono in provincia di Lecco, con l'italo-bulgaro Kristian Tzanov sul monocarena Searacer 30 (dei cantieri Nicolini di Oggiono, con motore diesel biturbo Seatek da 10.300 cc.) è giunto quinto, mantenendo però una importante terza posizione in classifica. La sfortuna continua ad accanirsi con il fratello Matteo vice-campione del mondo uscente. Il suo Searacer 32 (monocarena dei cantieri Nicolini con motore diesel biturbo Seatek da 10.300 cc.) non è neppure partito. In gara con il gallese Ken Thorne ha patito la rottura dell'asse portante dell'elica ancora prima del via.

Ordine di arrivo della seconda prova:
Classe 2: 1. Victory Team M1 (Ali Al Qama /Ali Nasser - Emirati Arabi) 94,32 miglia in 1 h.01.21 alla media di km/ora 170,47; 2. Victory Team M7 (Saeed Al Tayer/Mohamed Al Marri - Emirati Arabi) in 1h. 02.20; 3. Riviera (Bill Berry Cotter/Paul Lingard - Australia) in 1h 04.21; 4. Al Danah (Suhail Zaal Al Tayer/Jaber Al Tayer - Emirati Arabi) in 1h.07.40; 5. Searacer 30 (Luca Nicolini/Kristian Tzanov - Italia) in 1h.07.41. Ritirato: Searacer 32 (Matteo Nicolini Italia/Ken Thorne Galles).

Classifica dopo 2 prove: 1. Victory Team M1 (Ali Al Qama /Ali Nasser - Emirati Arabi) punti 800; 2. Victory Team M7 (Saeed Al Tayer/Mohamed Al Marri - Emirati Arabi) p.525; 3.Searacer 30 (Luca Nicolini/Kristian Tzanov - Italia) p.427; 4. Riviera (Bill Berry Cotter/Paul Lingard - Australia) p.320; 5. Hot Staff (Elvind Smedsta/Atle M. Staff - Norvegia) p.264.

Classe 6 litri: 1. Ceramica Panaria (Mario Invernizzi/Maurizio Darai - Italia) 75,08 miglia in 56" 29 alla media di km/ora 147,71; 2. Adimsc S4 (Ahmed Ali Al Hamli/Rashid Jaber Al Hamli - Emirati Arabi) in 57.55; 3. La Gran Argentina Junior (Gianfranco Zanoni Ita - Nicolas Scioli Argentina) in 59.38; 4. Al Qamzi Group (Frode Sundstal Nor./Ahmed Al Suwaidi Em.) in 1 h. 00.10; 5. Sport One (Mizanur Rahaman/Khalfan Bin Ghulaitha - Emirati Arabi) in 1 h. 01.19. Ritirati: G1 (Christian Rivolta/Giovanni Carpitella - Italia).

Classifica dopo 2 prove: 1. Ceramica Panaria (Mario Invernizzi/Maurizio Darai - Italia) p.800; 2. Adimsc S4 (Ahmed Ali Al Hamli/Rashid Jaber Al Hamli - Emirati Arabi) p.600; 3. La Gran Argentina Junior (Gianfranco Zanoni Ita - Nicolas Scioli Argentina) p.450; 4. Sport One (Mizanur Rahaman/Khalfan Bin Ghulaitha - Emirati Arabi) p.254; 5. Al Qamzi Group (Frode Sundstal Nor./Ahmed Al Suwaidi Em.) p.232; 6. G1 (Christian Rivolta/Giovanni Carpitella - Italia) p.169.

Venerdì l'ultima prova.

di Bob Decker



Si ringrazia: Marco Corti

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-21 07:57:23 | 91.208.130.86