Dal Mondo
23.03.2004 - 18:090
Aggiornamento : 13.10.2014 - 13:47

Falso medico evaso da Basilea: arrestato in Germania

BASILEA - Per anni, spacciandosi per medico, aveva lavorato presso un centro basilese che assiste i tossicomani. Era stato arrestato nel 2002 con l'accusa di truffa, falsità in documenti, esposizione a pericolo della vita altrui e omicidio colposo, ma nel febbraio del 2003 era riuscito ad evadere. Ora è stato arrestato in Germania, dove è stato posto in detenzione preventiva.

Protagonista della vicenda è un cittadino serbo di 38 anni, che aveva già esercitato illegalmente l'attività medica in un ospedale di Vienna. L'uomo - dopo 13 mesi di latitanza - è stato arrestato domenica mentre era a bordo di un treno notturno in viaggio da Augsburg (Augusta) a Ulm. La procura di Basilea ha già inviato una richiesta di estradizione.

Il falso medico - che aveva frequentato per alcuni mesi l'università di Graz, in Austria, senza conseguire il diploma - aveva cominciato a lavorare a Basilea nel 1996 dapprima come medico assistente e poi come capoclinica e vice primario. Fino al settembre del 2002, data del suo arresto, nessuno tra i colleghi aveva mai nutrito il benché minimo sospetto. Anche la moglie era all'oscuro di tutto.



ATS
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-15 06:36:25 | 91.208.130.86