REGNO UNITO
03.11.2014 - 18:000
Aggiornamento : 10.01.2018 - 10:20

Sinead O’Connor-Miley Cyrus, secondo round

La cantautrice irlandese torna ad attaccare la popstar: “Serve a vendere sesso ai ragazzini”

LONDRA - Si riaccende la polemica tra Sinead O’Connor e Miley Cyrus. Tempo fa la cantautrice irlandese aveva invitato la popstar ad aprire gli occhi e a capire come l’industria discografica stesse sfruttando il suo corpo per fare soldi: di tutta risposta, la Cyrus le diede della pazza.

Ora la O’Connor attacca direttamente la Cyrus e la sua immagine pubblica. “Nessun essere umano sulla faccia della terra vorrebbe vedere in una foto, o in un video, sua figlia vestita come una prostituta con una mazzetta di banconote strette nella bocca - ha dichiarato la cantautrice - Qualcuno sa che fine abbiano fatto i genitori di Miley? Sembrerebbero essere dispersi”. In realtà, sono stati proprio i genitori di Miley, in primis il padre Billy Ray Cyrus, cantante country, a spingere perché la figlia diventasse una popstar. L

a O’Connor, naturalmente, non fa sconti neanche all’industria musicale. “È consapevolmente impegnata nel rendere sessualmente accattivanti artisti che sembrano minorenni e il cui pubblico è composto da ragazzini. Non solo questi artisti vengono utilizzati al solo fine di parlare di sesso ai minori, ma poi quegli stessi minori crescono senza conoscere il potere che la musica può avere nel distruggere il male e creare la vita. Pensano che la musica sia tutta una questione di sesso”. Cosa risponderà, stavolta, Miley?

 

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-23 05:29:37 | 91.208.130.89