Immobili
Veicoli

BELLINZONANuova direttrice per Comundo: Alessandra Genini

29.09.22 - 15:10
Oggi è anche responsabile dei progetti in Nicaragua e della selezione e formazione delle e dei cooperanti
La nuova direttrice
Nuova direttrice per Comundo: Alessandra Genini
Oggi è anche responsabile dei progetti in Nicaragua e della selezione e formazione delle e dei cooperanti
Genini: «Sono così felice di poter fare la mia parte per trasmettere ad altri la possibilità di vivere delle esperienze interculturali e professionali»

BELLINZONA - Il team di Comundo nella Svizzera italiana cambia costellazione: Alessandra Genini, che ha iniziato la sua carriera nella cooperazione internazionale come cooperante, subentra a Corinne Sala, diventata responsabile di tutti i programmi di Comundo nel Sud del mondo.

Da settembre c’è una nuova scrivania nella sede di Comundo, in piazza Governo a Bellinzona. È quella della neodirettrice per la Svizzera italiana, Alessandra Genini. Politologa di formazione, Alessandra è stata cooperante in Bolivia, paese con il quale ha sempre mantenuto un legame importante. In seguito, è stata responsabile di programma, della selezione e formazione dei cooperanti e della raccolta fondi per diverse associazioni, militando contemporaneamente nel comitato di Comundo e nella sua organizzazione sostenitrice Inter-Agire.

Oggi è responsabile dei progetti in Nicaragua, della selezione e formazione delle e dei cooperanti e anche della gestione dell’ufficio di Bellinzona. Per lei ricoprire questo nuovo ruolo è un po’ come un tornare dove tutto è iniziato: l'interscambio di 14 anni fa è stato il primo passo di un intero percorso professionale nell’ambito della cooperazione allo sviluppo: «Non sarei qui ora, senza quello stage con Inter-Agire – spiega –. Ecco perché sono così felice di poter fare la mia parte per trasmettere ad altri la possibilità di vivere delle esperienze interculturali e professionali come ho potuto fare io».

Una delle tante sfide da affrontare è la ricerca di nuove leve: «Essere cooperante significa assumere un impegno per la promozione della giustizia sociale a tutto tondo. Certo, avere una specifica formazione e determinate competenze professionali è una condizione di base. Però è indispensabile avere anche la voglia d'impegnarsi socialmente per far cambiare le cose qui, per esempio attraverso il lavoro di sensibilizzazione in Ticino».

L’interscambio permette di imparare nuove tecniche, approcci, metodologie, in modo da tornare arricchiti umanamente e professionalmente dall’esperienza all’estero: «Questa è una grande opportunità, nell’ottica delle sfide globali che siamo chiamati ad affrontare, come quella climatica: ci permette di conoscere nuovi modi di stare insieme come società e magari trovare soluzioni diverse e innovative».

Comundo - Comundo è la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone. È frutto dell’alleanza di tre associazioni (Inter-Agire, Missione Betlemme Immensee e Interteam) che da decenni si impegnano a migliorare le condizioni di vita delle persone svantaggiate attraverso uno scambio di conoscenze e competenze tra organizzazioni partner locali e cooperanti provenienti dalla Svizzera. Attualmente sono circa un centinaio i cooperanti che in tutto il mondo sono impegnati in interscambi professionali che durano da uno a tre anni. Con il suo lavoro, Comundo contribuisce al raggiungimento degli obiettivi dell'Agenda 2030. Comundo è certificata ZEWO ed è sostenuta da donatori privati e istituzionali. Per maggiori informazioni: www.comundo.org/it. 

NOTIZIE PIÙ LETTE