Segnala alla redazione
MangiarSano
13.09.2017 - 10:000

Rabarbaro, re della digestione

Il rabarbaro è una pianta perenne, eppure è a settembre che raggiunge l'apice della sua bontà. In cucina il rabarbaro è utilizzato soprattutto per preparare liquori e digestivi, ma è possibile ricavarne anche delle ottime confetture, o semplicemente infusi e decotti. Il rabarbaro, inoltre, è spesso utilizzato come aromatizzante per caramelle alle erbe o balsamiche.

Ma gli utilizzi del rabarbaro sono molteplici, è infatti possibile preparare una torta o una crostata di questa ottima pianta, o semplicemente un'insalata da servire come contorno. Solitamente in cucina si utilizzano le coste e i piccioli fogliari carnosi del rabarbaro, mentre le foglie sono solitamente sconsigliate a causa dell'elevato contenuto di acido ossalico.

Il rabarbaro è inoltre utilizzato anche in fitoterapia ed erboristeria: il rizoma di questa pianta, infatti, ha effetti miracolosi sulla nostra digestione, aiutando la secrezione dei succhi gastrici e della bile. Ma attenzione a non eccedere con le dosi, il rabarbaro può diventare un potente lassativo, ed è sempre bene chiedere le dosi consigliate al vostro erborista di fiducia.

(sponsor rubrica: www.mrsmile.ch, frutta & snack in ufficio)

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-19 04:54:44 | 91.208.130.87